Comunicato LAV-ANIMALS' ANGELS. STRATEGIA UE SU BENESSERE ANIMALE: FALLIMENTARE IN TEMA DI TRASPORTO, COME DIMOSTRA L'INVESTIGAZIONE DI A.A. IN TURCHIA...

Allegati

20/gen/2012 14.08.52 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

LAV ONLUS.jpgAA-LogoE_3c_Claim3.jpg

 

STRATEGIA UE SU BENESSERE ANIMALE: FALLIMENTARE IN TEMA DI TRASPORTO, COME DIMOSTRA L’INVESTIGAZIONE DI ANIMALS‘ ANGELS IN TURCHIA.

LAV E ANIMALS‘ ANGELS DENUNCIANO GRAVI VIOLAZIONI: UNA VERGOGNA INACCETTABILE PER I TRATTATI UE

 

La strategia dell’Unione Europea in tema di benessere animale durante il trasporto  è fallimentare, come dimostra ciò che accade ai tanti animali – bovini e ovini – importati dalla Turchia: lo affermano LAV e Animals’ Angels sulla base di recenti investigazioni condotte sulle importazioni di animali da parte della Turchia, che hanno evidenziato gravissime violazione delle norme UE sul benessere degli animali durante il trasporto e la totale inadeguatezza della strategia di intervento da parte delle autorità preposte.

 

Da circa due anni la Turchia importa un elevato numero di bovini e ovini dall’Unione Europea - da Ungheria, Bulgaria, Lituania, Lettonia, Estonia, Grecia, Austria - e le sofferenze per questi animali sono inaudite: destinati alla macellazione così come all’allevamento e alla riproduzione, questi animali sono costretti ad affrontare lunghissimi viaggi ed estenuanti attese al confine. Nel caldo agosto 2011 Animals’ Angels ha osservato camion con animali bloccati per 24, 36 e persino 62 ore all’interno del confine prima di poter entrare in Turchia e alle dogane; in particolare alla dogana di Istanbul ci sino stati camion bloccati fino a 2 giorni con gli animali a bordo. 

 

Durante queste lunghe attese non c’è la possibilità di scaricare gli animali (né al confine, né alle dogane di Istanbul ed Ankara), non c’è possibilità di parcheggiare all’ombra: gli animali sono lasciati per ore e giorni nel camion, sotto il sole! Al confine c’è un’unica pompa di acqua che serve ad alimentare fino a 20 camion di animali in attesa, rendendo impossibile per alcuni l’accesso all’acqua.  Né al confine, né alle dogane di Istanbul ed Ankara c’è la possibilità di comprare fieno, mangime e paglia mostrando chiaramente come in Turchia non siano presenti adeguate infrastrutture, condizione indispensabile per eseguire trasporti di animali su lunga distanza.

 

I controlli delle autorità turche per quanto riguarda il benessere degli animali sono inesistenti. Invece i controlli per quanto riguarda i documenti, l’identificazione, le regole turche sull’importazione (peso, sesso, età) sono (giustamente!) estremamente rigorosi,  pertanto qualsiasi discrepanza causa attese di ore e giorni: questo accade ogni giorno.

 

I controlli per il benessere degli animali all’uscita dall’UE (cioè i controlli dai veterinari bulgari) sono anche questi insufficienti: vengono fatti passare camion non adeguati, senza mangime a bordo, animali in avanzato stato di gestazione, animali neonati e malati.

 

I lunghi tempi di trasporto e le lunghe attese creano gravissimi danni agli animali: Animals’ Angels ha raccolto prove relative ad animali completamente indeboliti per la mancanza di acqua e di cibo, animali malnutriti, esposti ad immensi gas di ammoniaca in quanto quello che era lettiera si è trasformato in un lago di feci, con conseguenti problemi respiratori. E non mancano le testimonianze di mucchi con decine di agnelli morti, nonché numerosi bovini morti durante il trasporto. 

 

Tra le altre gravi illegalità riscontrate: vitelli e agnelli nati durante il trasporto, eccessiva densità di carico, altezza insufficiente dei piani, sistemi di acqua mancanti, rotti o non adatti, animali incastrati sotto divisori e tra le sbarre del mezzo.

“Mentre la Commissione Europea e l’Unione Europea iniziano la discussione sulla nuova strategia sul benessere degli animali nei prossimi cinque anni, e non si cita minimamente l’esigenza di adottare politiche di riduzione dei tempi di viaggio, i documenti (video, foto) diffusi dalle investigazioni di Animals’ Angels denunciano la totale inadeguatezza della strategia di intervento e la grave disapplicazione delle norme sul benessere degli animali durante il trasporto afferma Roberto Bennati, vicepresidente della LAV - La Commissione, il Parlamento Europeo e i Governi degli Stati membri devono impegnarsi ad adottare serie politiche di riduzione del trasporto degli animali su lunga distanza e politiche che disincentivino questi vergognosi viaggi, altrimenti dovranno spiegare a 500 milioni di cittadini come mai le norme del Trattato non sono applicate e si tutelano gli interessi di una lobby economica anziché le volontà dei cittadini.”

 

“Dalle nostre investigazioni in Turchia emerge chiaramente che il Paese non ha  infrastrutture capaci di accogliere e garantire il benessere degli animali durante il trasporto e i controlli veterinari sul benessere sono assolutamente inadeguati, come sono inadeguati i controlli veterinari in Bulgaria, luogo di uscita dalla UE - dichiara Christine Hafner, responsabile Italia di Animals’ Angels - La lunghezza dei viaggi verso la Turchia da Paesi UE comporta inaudite sofferenze per gli animali e abbiamo documentato decine di morti per mancanza di abbeveraggio e alimentazione, nonché per trasporti gravemente irregolari.”

 

LAV e Animals’ Angels sostengono, insieme all’europarlamentare Dan Jorgensen, la campagna 8hours-8ore (www.8ore.it) finalizzata a ottenere una restrizione dei tempi di trasporto ad un massimo di 8 ore. La petizione è stata firmata da oltre 1 milione di cittadini europei, tra i quali più di 115.000 italiani. Nell’ambito della campagna è stata inserita la Dichiarazione Scritta 49/2011 al Parlamento Europeo che, per essere approvata, deve essere firmata dalla metà dei Parlamentari. 176 parlamentari hanno già firmato, tra cui 21 italiani. Esportare bovini verso la Turchia per l’Italia significa fare un passo nella direzione opposta!

 

Guarda la gallery fotografica – Disponibile video

 

20 gennaio 2012                          

Ufficio Stampa LAV 06 4461325 – 339 1742586 www.lav.it

www.animals-angels.it

 

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6811 (20120120) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6811 (20120120) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl