Comunicato LAV. MILANO, DUE CAVALLI IN SCENA ALL'AIDA DI ZEFFIRELL LA LAV CONTESTA L'UTILIZZO DI ANIMALI NEGLI SPETTACOLI E CHIEDE UNA MODIFICA DEL REGOLAMENTO COMUNALE A TUTELA DEGLI ANIMALI

MILANO, DUE CAVALLI IN SCENA ALL'AIDA DI ZEFFIRELL LA LAV CONTESTA L'UTILIZZO DI ANIMALI NEGLI SPETTACOLI E CHIEDE UNA MODIFICA DEL REGOLAMENTO COMUNALE A TUTELA DEGLI ANIMALI.

Persone Chiara Bisconti, Valerio Pocar, Nadia Zurlo, Franco Zeffirelli
Luoghi Roma, Milano, Regina Margherita, provincia di Biella, comune di Milano
Organizzazioni Comunicato LAV, LAV
Argomenti teatro, diritto, spettacolo, arte

Allegati

14/feb/2012 16.18.38 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Comunicato stampa LAV 14 febbraio 2012

 

MILANO, DUE CAVALLI IN SCENA ALL’AIDA DI ZEFFIRELLI: LA LAV CONTESTA L’UTILIZZO DI ANIMALI NEGLI SPETTACOLI E CHIEDE UNA MODIFICA DEL REGOLAMENTO COMUNALE A TUTELA DEGLI ANIMALI

 

La LAV (www.lav.it) contesta l’utilizzo di due cavalli tra gli attori dell’Aida di Franco Zeffirelli, di cui stasera a Teatro alla Scala di Milano andrà in scena la prima, e chiede all’Amministrazione di vietare l’utilizzo di animali negli spettacoli, di definire rigorosi criteri di detenzione degli equidi e garantire la promozione del loro benessere, apportando le necessarie modifiche al Regolamento tutela animali del Comune.

 

I due cavalli da giorni partecipano alle prove dello spettacolo, insieme ad altre trecento persone, tra artisti e comparse. Domenica due volontari LAV della sede milanese hanno atteso l’arrivo dei cavalli e documentato con un video lo scarico dal van, che è avvenuto in mezzo alla strada senza nemmeno la presenza di un vigile a fermare il traffico. Gli animali sono stati poi introdotti all’interno del teatro attraverso un grande montacarichi e fatti salire direttamente sul palcoscenico.

 

I due cavalli, improvvisati loro malgrado attori, provengono da una scuderia della provincia di Biella. Ciò significa che per ogni giorno di prove e di spettacoli devono subire un trasporto di circa tre ore, tra andata e ritorno. Uno stress al quale si deve aggiungere anche quello relativo alla presenza sul palcoscenico, in un ambiente rumoroso e tutt’altro che idoneo.

 

“Il cavallo è un animale neofobico, ovvero teme tutto ciò che è nuovo: una reazione di difesa atavica, tipica delle prede, perché da essa dipende la sua sopravvivenza. Nemmeno il più forzato addestramento può eliminare stress e disagio e mettere un cavallo nelle condizioni di vivere senza ripercussioni emotive un evento così estraneo alla sua natura”, dichiara Nadia Zurlo, responsabile nazionale del Settore Equidi LAV.

 

Già nei giorni scorsi il prof. Valerio Pocar, da poco nominato Garante degli animali del Comune di Milano, e Chiara Bisconti, assessore al Benessere e Qualità della vita con delega alla Tutela  e Difesa degli Animali, si erano pronunciati negativamente circa la presenza in scena dei due cavalli, auspicando l’utilizzo di effetti speciali e di strumenti tecnologici in sostituzione degli animali vivi. Due autorevoli pareri contrari, non presi però in considerazione dalla produzione.

 

“Purtroppo sotto il profilo legislativo siamo ancora all’età della pietra: sussiste un grave vuoto normativo che lascia di fatto gli equidi sprovvisti di uno specifico quadro di tutela, rendendo problematica se non impossibile un’efficace azione di tutela nei loro confronti”, aggiunge Nadia Zurlo.

 

Anche il Regolamento a Tutela degli Animali del Comune di Milano è assai carente nella parte relativa agli equidi, poiché prevede solo un allegato con le dimensioni minime per i ricoveri, che peraltro possono essere anche inferiori, previa autorizzazione del Comune su parere dei Servizi Veterinari dell’Asl.

 

Il divieto di utilizzo degli animali negli spettacoli, insieme ai criteri di detenzione degli equidi e alla promozione del loro benessere, devono rientrare nel nuovo testo del Regolamento Comunale, alla cui fase di revisione e integrazione la LAV intende contribuire.

 

14 febbraio 2012

LAV Milano 327/6333693  lav.milano@lav.it

Ufficio Stampa LAV Sede nazionale 06 4461325 www.lav.it

 


LAVONLUS_72dpi
LAV Sede Nazionale
Viale Regina Margherita 177 - 00198 Roma
Tel. +39 06 4461325
Fax +39 06 4461326
web :
www.lav.it

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6882 (20120214) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6882 (20120214) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it


__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6883 (20120214) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6883 (20120214) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl