BERTINOTTI (PRC) A ECORADIO: «GLI ELETTORI STIANO TRANQUILLI, L'UNIONE AVRÀ CINQUE ANNI PER IL PROGRAMMA». GLI ULTIMI CASI? QUELLO FERRANDO È CHIUSO, QUELLO CALDEROLI PURTROPPO È DRAMMATICAMENTE APERTO

BERTINOTTI (PRC) A ECORADIO: «GLI ELETTORI STIANO TRANQUILLI, L'UNIONE AVRÀ CINQUE ANNI PER IL PROGRAMMA».

23/feb/2006 06.41.30 Ecoradio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un Bertinotti senza "peli sulla lingua" interviene su Ecoradio. Parlando dei fatti di Bengasi e della politica estera del centrodestra ha detto: «È evidente che c'è un rapporto causale – con il comportamento di Calderoli - senza l'esibizione da parte di un Ministro della Repubblica Italiana - della famosa maglietta - sarebbe mancato il pretesto. Altro è ciò che precede questo atto e lo determina, e precisamente una cultura che configura l'immigrato nel Paese, e i paesi da cui muove l'immigrato, come nemici. Ed è per giustificare questa politica che si ammanta di uno scontro tra presunta civiltà occidentale e presunta civiltà islamica». Sulla notizia del giorno, l'accusa per contractors italiani di aver preso parte agli abusi di Abu Ghraib, Bertinotti dice «Siamo di fronte ad una testimonianza molto importante che arriva dall'interno del fatto da un testimone e dotato dall'autorevolezza che viene dall'esperienza diretta. Lo scandalo è enorme. Già era intollerabile per quello che si usa chiamare occidente il ricorso sistematico alla tortura che si rivelò da parte dell'esercito di occupazione americano: il fatto che degli italiani mercenari possano essere coinvolti in questa barbarie è una pietra pesantissima che cade sulla nostra civiltà». Bertinotti parla anche di Unione e dei problemi di viale del Policlinico dopo che questa mattina Ferrando sui giornali parla di ricorso al referendum. «Il caso Ferrando è chiuso da quando abbiamo preso la decisione, di fronte ad un comportamento in campagna elettorale lesivo della nostra fisionomia. Il programma dell'Unione è un buon programma – conclude Bertinotti - e penso che se tutti saremo in grado di farne valere le ragioni avremo ci sarà la possibilità di operare un quinquennio riformatore». Un frammento dell'intervista andrà in onda alle 14.05 su Ecoradio all'interno di Periscopio, domani l'intero servizio sarà pubblicato su www.ecoradio.it.

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl