Comunicato Enpa. LAV. Lndc, Leidaa. BOCCONI AVVELENAT IN VIGORE LA NUOVA ORDINANZA A TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DEGLI ANIMALI. VITTORIA DELLE ASSOCIAZIONI ...

Allegati

13/mar/2012 12.17.27 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

enpa    LAVONLUS   logolegablu bs   

Comunicato stampa Enpa – LAV - Lega Nazionale per la Difesa del Cane - Leidaa

13 marzo 2012

 

BOCCONI AVVELENATI: IN VIGORE LA NUOVA ORDINANZA A TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DEGLI ANIMALI. VITTORIA DELLE ASSOCIAZIONI ENPA - LAV - LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE - LEIDAA CHE AVEVANO SOLLECITATO IL MINISTRO DELLA SALUTE BALDUZZI AL RINNOVO. SODDISFAZIONE PER I MIGLIORAMENTI MA INDISPENSABILI NORME DEFINITIVE CON LEGGE

 

LAV, Enpa, Leidaa e Lega Nazionale per la Difesa del Cane esprimono soddisfazione per il rinnovo e il miglioramento dell’Ordinanza del Ministero della Salute «Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati» scaduta il 10 febbraio scorso. Il nuovo provvedimento, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.58 di venerdì scorso http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2012-03-09&task=dettaglio&numgu=58&redaz=12A02888&tmstp=1331620340786 avrà efficacia 24 mesi e rappresenta uno strumento fondamentale per prevenire e contrastare un fenomeno che nel nostro Paese, sia in ambito cittadino che nelle campagne, ha dimensioni ancora allarmanti come testimoniano i continui casi denunciati, ultimi dei quali,solo in ordine di tempo e per gravità, quelli a Piazza Armerina (Enna).

Le associazioni plaudono anche alle modifiche introdotte nel nuovo testo dal Ministro Balduzzi: se l’Ordinanza del 2010, al fine dell'identificazione del veleno o della sostanza che ha provocato l'avvelenamento, prevedeva ad esempio solo l’invio delle spoglie dell’animale avvelenato all’Istituto Zooprofilattico competente per territorio, adesso, potranno essere inviati eventuali campioni anche in assenza del decesso dell’animale.

Definiti anche i tempi in cui dovranno essere eseguiti gli esami necroscopici: 48 ore entro l’arrivo dell’animale deceduto, invariati invece quelli delle analisi dei campioni che dovranno essere effettuate entro trenta giorni dall'arrivo. Si chiarisce inoltre che non solo l'invio delle spoglie degli di animali morti per avvelenamento e dei campioni, ma anche quello di esche o bocconi sospetti di avvelenamento deve avvenire tramite le Aziende Unità Sanitarie Locali competenti per territorio o le imprese convenzionate.

 

Con queste modifiche – commentano le associazioni – sarà agevolata, e in caso di decesso anche accelerata, la ricerca delle sostanze utilizzate per avvelenare o comunque uccidere gli animali, le indagini per individuare i responsabili più veloci e gli animali e i cittadini maggiormente tutelati”. Chiari i compiti per Sindaci, Asl, medici veterinari, Istituti Zooprofilattici, Prefetti.

 

LAV - Enpa - Lega Nazionale per la Difesa del Cane e Leidaa che nel gennaio scorso avevano scritto al Ministro della Salute Balduzzi per chiedere il rinnovo dell’Ordinanza dichiarano che “affinché i suoi effetti siano davvero efficaci, è necessario che tutti i soggetti preposti a contrastare e reprimere il fenomeno seguano le Linee guida emanate il 15 novembre scorso dal Ministero della Salute per standardizzare le procedure previste dall’Ordinanza stessa e uniformarle sul territorio nazionale - e concludono - Per proteggere gli animali, la salute pubblica e l’ambiente è comunque indispensabile uno strumento ancora più efficace e soprattutto senza scadenza. E’ necessario, quindi, che le norme contenute nell’Ordinanza siano recepite in legge al più presto per renderle definitive”.

 

13 marzo 2012

Uffici Stampa Enpa (tel. 06 3242873-4 www.enpa.it), LAV (tel. 06 4461325 www.lav.it), Lega nazionale difesa del cane (tel. 02 26116502 www.legadelcane.org), Leidaa (tel. 039 9273224 www.leida.info)

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl