CLAUDIO FAVA AI MICROFONI DI ECORADIO

14/giu/2006 11.47.00 Ecoradio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

L'eurodeputato Claudio Fava ai  microfoni di Ecoradio:  Guantanamano va chiusa o ci comportiamo da violatori dei diritti umani

 

 

14/6/2006 - “Bisogna fare chiarezza e Guantanamano rientra tra gli strumenti da utilizzare altrimenti ci comportiamo come i Paesi contro cui ci schieriamo” ha dichiarato l'On. Fava ai microfoni di Ecoradio. Nella relazione provvisoria presentata dall'Eurodeputato al Parlamento Europeo, viene confermato che le extraordinary rendition, sono state uno strumento operativo utilizzato dai servizi segreti americani in più di un'occasione, con casi ricostruiti in diretta. L'On. Fava afferma che “Molte sono state le violazioni accertate sui diritti umani e molte le violazioni sugli spazi aerei, si parla di 1080 voli di aerei CIA che si è servita di  aeroporti e cieli europei”. Nel rapporto presentato nella seduta plenaria di Strasburgo, si evidenzia l'esistenza di un concorso di colpa di molti paesi europei nelle operazioni clandestine e illegali che la Cia ha organizzato dopo l'11 settembre nella lotta contro il terrorismo; una riunione che ha visto l'approvazione del documento e la richiesta di portare avanti le indagine per accertare tutte le verità.

L'Italia, ha concluso l'On. Fava ai microfoni di Ecoradio, è accusata di aver offerto  “distrazione colpevole”  nel caso del rapimento dell'Iman di Milano Abu Omar e la Procura di Milano ne ha approvato la responsabilità; il dubbio che resta “E' che ci sia stata una cooperazione intelligente tra Governo e servizi di sicurezza italiani confermata da fonti confidenziali della Cia. Presenteremo quindi alcune proposte per cercare di recuperare trasparenza nei rapporti tra i servizi europei e  CIA”.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl