Il Ministro Pecoraro Scanio a Ecoradio: perché votare NO al prossimo referendum

14/giu/2006 15.47.00 Ecoradio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Il Ministro Pecoraro Scanio a Ecoradio: perché votare NO al prossimo referendum

 

La questione energetica? Bisogna puntare su risparmio e fonti rinnovabili

 

Decreto Bersani? “C'è per ora un disegno di legge  all'esame del Parlamento, abbiamo ottenuto già una prima fase di modifiche” così il Ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio è intervenuto ai microfoni di Ecoradio e ha aggiunto “Crediamo che le liberalizzazioni hanno senso se inserite in un contesto ambientale con uno sguardo al protocollo di Kyoto. La vera sfida credo sia nell'Art. 2: risparmio, energie rinnovabili, efficienza del sistema energetico”.

Il Ministro ha spiegato inoltre il cambio di denominazione del suo Dicastero “Si chiamerà Ministero dell'Ambiente, della tutela del territorio e del mare, perché vogliamo che il Governo presti particolare attenzione ai temi del mare”. Quanto invece alla Legge Obiettivo e la Legge Delega, che ha fatto impensierire Confindustria, Pecoraro ha affermato “Applico la politica del Governo che ha dato un giudizio durissimo sulla legge delega.  La nostra intenzione è stata già espressa in campagna elettorale, riteniamo prevalente la necessità di rispondere alle osservazioni delle Regioni italiane che hanno fatto ricorso”.

Pecoraro ha spiegato infine le ragioni del NO al Referendum del prossimo 25 e 26 giugno “La devolution non è una riforma ma un provvedimento Frankenstein che noi Verdi consideriamo disordinato, secessionista e a favore della Lega, avremmo una moltiplicazione dei costi inutile. Si tratta di una mediazione confusa tra i partiti che l'hanno voluta che produrrebbe un dissesto istituzionale”.

 

 

14/06/2006

L'intervista integrale su www.ecoradio.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl