PIAZZA ARMERINA (EN), PALIO DEI NORMANNI. LAV: DOPO 3 CAVALLI MORTI NESSUN CAMBIAMENTO

LAV: DOPO 3 CAVALLI MORTI NESSUN CAMBIAMENTOComunicato Stampa LAV Sicilia: PIAZZA ARMERINA (ENNA), A FERRAGOSTO IL "PALIO DEI NORMANNI" LA LAV: "DOPO I 3 CAVALLI MORTI LO SCORSO ANNO, DAL COMUNE NESSUN CAMBIAMENTO.

05/ago/2006 12.08.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato Stampa LAV Sicilia:
 
PIAZZA ARMERINA (ENNA), A FERRAGOSTO IL 'PALIO DEI NORMANNI' LA LAV: ''DOPO I 3 CAVALLI MORTI LO SCORSO ANNO, DAL COMUNE NESSUN CAMBIAMENTO. BASTA ANIMALI SACRIFICATI IN NOME DELLE TRADIZIONI''
 
GENERICA LA RISPOSTA DEL SINDACO. LA GIOSTRA DEL SARACINO SI CORRERA’ NELLO STESSO LUOGO E CON LE  STESSE MODALITA’ DELLA TRAGICA EDIZIONE DELL’ANNO SCORSO
 
 
Con una lettera al sindaco di Piazza Armerina (Enna), Maurizio Prestifilippo, la LAV ha espresso profondo rammarico nel constatare che anche quest'anno, il 14 agosto, verra' organizzato il Palio dei Normanni ''che nella scorsa edizione e' balzato agli onori della cronaca nazionale per i tragici episodi di maltrattamenti dei cavalli'': l'edizione 2005, infatti, si concluse con l'agghiacciante bilancio di tre cavalli morti - due dei quali poi furono macellati e mangiati - e altri due feriti.

Gli incidenti si verificarono sia durante le prove sia durante la giostra ''Quintana del Saracino'' a causa del terreno inadeguato dello stadio comunale, della eccessiva velocita' della corsa ma anche delle prove troppo sfiancanti per i cavalli. La vicenda vide anche l'intervento di parlamentari nazionali che, indignati per i gravi episodi occorsi durante e dopo il palio, chiesero l'intervento del Ministro dell'Interno e del Prefetto di Enna. La LAV ricorda che, all'indomani di quei tragici eventi, il Sindaco aveva espresso ''indignazione per la superficialita' con cui i rappresentanti delle squadre hanno esposto i cavalli a rischi così gravi sin dallo svolgimento delle prove'' promettendo ''mai piu' cavalli a rischio al palio''.

''Ed invece nessun segnale di cambiamento e' possibile riscontrare dal programma della ''Quintana del Saracino'' che si svolgera' con le identiche modalita' e nello stesso campo sportivo tristemente noti per essere stati cause concatenate dell'ecatombe dei cavalli'',  afferma nella lettera Marcella Porpora, coordinatrice regionale della LAV. ''Gli aspetti storici, artistici e folkloristici del Palio dei Normanni possono continuare ad esercitare il loro fascino - prosegue - anche rinunciando a quei residuali momenti che prevedono l'uso agonistico dei cavalli. Sarebbe stato un gesto di grande civilta' da parte della Sua Amministrazione adeguare taluni aspetti delle proprie tradizioni alla mutata sensibilita' della collettivita' che riconosce negli animali esseri dotati di sensibilita', dignita' e diritti individuali incompatibili con il loro uso in manifestazioni come la giostra in questione''.
 

Con una email di risposta, il Sindaco Prestifilippo assicura molto genericamentesulle notevoli innovazioni apportate” al Palio dei Normanni “sia di tipo regolamentare che tattico onde scongiurare qualsivoglia incidente”, accorgimenti presi “d'intesa con il servizio veterinario dell'Asl 4 di Enna, nonché della Federazione italiana giochi storici”. Per la LAV non si tratta affatto di modifiche sostanziali che direttamente riguardano i cavalli usati nella giostra, il luogo, le modalità della quintana e gli esercizi imposti ai cavalli. Il Comune dovrebbe invece impegnarsi a ridurre, anche gradualmente, le occasioni di impiego dei cavalli limitatamente alla quintana, fino ad arrivare alla totale sostituzione degli stessi unicamente con giochi di destrezza ed abilità umane.


Visto, quindi, che sostanzialmente nulla e' cambiato rispetto allo scorso anno, la LAV annuncia che ''mettera' in atto quanto necessario per assicurare il rispetto del benessere degli animali e la loro assoluta incolumita', affinche' non abbiano piu' ad essere protagonisti di episodi tragici ed infamanti, in primis per il decoro della stessa citta' di Piazza Armerina''. La LAV, tuttavia, confida in un veloce ripensamento degli organizzatori della giostra per scongiurare altri gravi maltrattamenti ed inaccettabili sacrifici di animali in nome della tradizione.

05.08.2006


LINK SUGLI INCIDENTI ED I CAVALLI UCCISI

NEL PALIO DI PIAZZA ARMERINA (2005)

http://www.lavpalermo.it/palio_enna.htm
http://www.lavpalermo.it/rg_29_ago.htm
http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/cronaca/palioenna/palioenna/palioenna.html
http://www.anmvi.it/anmvioggi/scheletro_articolo_liberoscar.php?codarticololiberoscar=119
http://www.animalieanimali.it/blog/?p=30


------------------------------------------------------------
Ufficio Stampa LAV Sicilia: 178.2256188 - www.lavpalermo.it 
Ufficio Stampa LAV Nazionale: 064461325 - www.lav.it
------------------------------------------------------------
 
Per ricevere i comunicati stampa iscriviti a questa comunita'
www.domeus.it/groups/comunicati_stampa_lavsicilia
oppure invia una e-mail vuota a:
comunicati_stampa_lavsicilia-subscribe@domeus.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl