Comunicato LAV: ANIMALI, WEEK-END DI FESTE CON SFRUTTAMENTO DI ANIMALI IN SICILIA: PALIO DEGLI ASINI E FESTA MEDIEVALE

22/set/2006 11.10.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato Stampa LAV Sicilia:

 

ANIMALI, WEEK-END DI FESTE CON SFRUTTAMENTO DI ANIMALI

IN SICILIA:  ‘’PALIO DEGLI ASINI’’ A CANICATTINI (SIRACUSA)

E FESTA MEDIEVALE CON CAVLLI E FALCHI

A PATERNO’ (CATANIA)

 

LA LAV DIFFIDA I SINDACI: ANIMALI SPAVENTATI E MORTIFICATI PER UNO SPETTACOLO INACCETTABILE E FINANZIATO ADDIRITTURA CON FONDI DELL’UE!

 

 

In Sicilia week-end all’insegna delle ‘feste’ che sfruttano gli animali: tra sabato e domenica, infatti, il Comune di Canicattini Bagni (Siracusa) organizza il ’Palio degli asini’, una gara di asini costretti a superare degli esercizi presso il campo sportivo cittadino, mentre a Paternò (Catania) nell’ambito delle feste medievali sono previste gare ippiche varie e la ‘’caccia col falcone” ed altri rapaci.

 

Con una diffida inviata ai Sindaci dei due comuni ed alle competenti Prefetture e servizi veterinari dello locali ASL, la LAV chiede che vengano sospese tali manifestazioni per le evidenti violazioni della Legge 189/2004 sul maltrattamento degli animali. Gli animali, infatti, vengono costretti ad eseguire esercizi ed assumere comportamenti che producono loro uno stato di stress e li costringono ad innaturali attività e fatiche del tutto intollerabili per l’animale. Nella diffida la LAV evidenzia anche che i luoghi scelti per simili spettacoli (campi sportivi ed altre aree pubbliche cittadine) non sono né destinati ad ospitare simili pubblici trattenimenti né idonei a garantire il benessere degli animali, e vi sono forti dubbi anche per quanto riguarda la sicurezza sia degli animali sia degli spettatori.

 

Il Palio degli asini di Canicattini e le feste medievali di Paternò non solo sono organizzati dalle rispettive Amministrazioni comunali ma - incredibilmente - sono sponsorizzati, com’è il caso di Paternò, persino dalla Regione Sicilia e finanziati con fondi europei del POR! Un così ampio cartello di Istituzioni sarebbe degno di avvenimenti di un livello culturale ben diverso rispetto a queste tristi e diseducative “feste” con uso di animali maltrattati e umiliati!

 

 E’ paradossale - afferma Marcella Porpora, coordinatrice regionale della LAV - che località simili, dove il solo contesto naturale e storico è già uno spettacolo, per attirare i turisti abbiano sentito il bisogno di ricorrere a manifestazioni così lesive della dignità di quella stessa natura. Chiediamo ai Sindaci di Canicattini e Paternò di sospendere immediatamente gli spettacoli con animali dove a gareggiare è solo il cattivo gusto e la mancanza di rispetto verso gli altri esseri viventi”. “Invitiamo inoltre gli Enti che sponsorizzano la manifestazione  - conclude Porpora - a ponderare meglio le occasioni per le quali concedere il proprio sostegno, riflettendo sulle implicazioni culturali ed etiche di certe manifestazioni che, organizzate per ottenere facili consensi popolari, stimolano piuttosto reazioni di sdegno nelle persone più sensibili e fra i turisti”.

 

22.09.2006

----------------------------------------------------------------------------------

Ufficio Stampa LAV: 06.4461325 - 339.1742586 - www.lav.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl