PALIO DBELPASSO (CATANIA): OK DEL PREFETTO ALLE CORSE DI CAVALLI DA OGGI A DOMENICA. LA LAV: DECISIONE DELUDENTE

PALIO DBELPASSO (CATANIA): OK DEL PREFETTO ALLE CORSE DI CAVALLI DA OGGI A DOMENICA.

26/set/2006 00.49.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

  

 

 

 

 

Comunicato stampa LAV:

 

PALIO DI BELPASSO (CATANIA): OK DEL PREFETTO

ALLE CORSE DI CAVALLI DA OGGI A DOMENICA

 

LA LAV: DECISIONE DELUDENTE ED IN CONTRASTO CON I PROVVEDIMENTI DEGLI ALTRI PREFETTI SICILIANI

 

 

La Prefettura di Catania, nonostante il dossier dell’Osservatorio Zoomafia della LAV - che denunciava le accertate infiltrazioni mafiose nel settore delle corse dei cavalli - e le richieste di ben 6 parlamentari bipartisan, ha deciso di non bloccare il Palio di Belpasso, che è iniziato oggi pomeriggio e terminaerà domenica 24.

 

La LAV giuduca tale decisione ‘’estremamente deludente’’ poiché si pone in aperto contrasto con le coraggiose scelte degli altri Prefetti siciliani. A Palermo, Agrigento, Trapani, Caltanissetta e Siracusa, infatti, i Prefetti hanno vietato - spesso da anni - tutte le corse di cavalli in occasione delle feste paesane poiché è stato più volte accertato che il mondo delle gare ippiche risulta gravemente compromesso da interessi illeciti, scommesse clandestine e altre pratiche illegali (doping e maltrattamenti).

Proprio nelle scorse settimane, inoltre, le Forze dell’Ordine hanno bloccato diverse gare clandestine nel catanese e, recentemente, la Polizia ha inferto un duro colpo agli interessi della zoomafia con vari blitz nei quartieri storici di Catania scoprendo stalle abusive e cavalli dopati usati nelle gare clandestine.

 

Visto tale contesto ambientale così permeato dall’illegalità, la LAV si sarebbe attesa una scelta ben diversa dalla Prefettura etnea; l’’ok’ al palio di Belpasso, invece, rischia di delegittimare gli sforzi di contrasto della zoomafia che nel resto della Sicilia ha portato ad un pressochè totale bando dei palii.

 

La LAV, infine, denuncia che sono tuttora palesemente violate le norme di sicurezza e le prescrizioni che la legge impone nel caso di gare ippiche su strade urbane: da un soprallugo sulla pista del palio di Belpasso, infatti, si nota che sono deltutto assenti balle di paglia ed altri elementi a protezione dei cavalli nel caso di cadute; inoltre le transenne metalliche che delimitano la pista sono pericolosissime per cavalli, fantini e spettatori, visto che presentano spigoli vivi e bordi taglienti.

 

 

22.09.2006

 

 ________________________________________________________________________

LAV Nazionale: 06.4461325 www.lav.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl