Cupinoro, parte il ricorso al TAR

28/ott/2014 15.46.02 fioree Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CUPINORO, PARTE IL RICORSO AL TAR

L’AVV.MICHELE GRECO “CI SONO BUONE POSSIBILITA’ DI VINCERE”

 28-10-2014: Una nutrita platea fatta di comitati, associazioni e frontisti ha incontrato ieri l’avv.Michele Greco, che ha spiegato le motivazioni che portano ad essere ottimisti e fiduciosi sull’esito del ricorso al TAR, indispensabile per far annullare il parere positivo alla riapertura della discarica e al suo ampliamento, rilasciato dal Presidente del Consiglio Renzi l’8 agosto scorso. 

L’avv.Greco, uno dei massimi esperti di diritto dell'ambiente (inclusi i settori dell'edilizia-urbanistica e dell'energia) ha illustrato, con grande serietà e rigore, le motivazioni del ricorso sulle quali il TAR sarà chiamato a pronunciarsi. Tra queste, rientrano alcuni punti di caduta nella delibera del Consiglio dei Ministri. La corposa documentazione che i presenti hanno finora raccolto e consegnato all’avvocato, sarà integrata e vagliata attentamente, a riprova delle tesi contenute. Tesi  che saranno quindi illustrate e spiegate nei particolari alla cittadinanza, appena possibile, in un incontro pubblico. 

Molto soddisfatta anche una dozzina di frontisti, che risiede e gestisce varie attività a ridosso della discarica, nei comuni di Bracciano e Cerveteri, dove si sviluppano pascoli, pastorizia, agricoltura, allevamenti di bestiame, produzione con vendita di vini, olio, formaggi, carni. A tutto questo si aggiungono anche varie attività turistiche.  Una realtà purtroppo  compromessa da anni e destinata a scomparire completamente se Cupinoro dovesse riaprire. 

 Ora l’avv.Greco avrà tre settimane per depositare il ricorso (entro il 15 novembre). Ieri sono stati versati  8000 euro,  la prima tranche di questa costosa operazione che supera i 20.000 euro: una spesa sostenuta da associazioni e comitati con il sostegno di tantissime persone dei vari comuni e di tutte le fasce sociali, compresi molti cittadini romani, sensibili alle tematiche ambientali. Entro il 14 novembre andrà versata   la seconda tranche e quindi il saldo a breve distanza.  

Invitiamo quindi tutti coloro che si sentono cittadini parte in causa a dare il proprio contributo nella forma che preferiscono:

direttamente ai rappresentanti di comitati che si occupano della raccolta (con regolare ricevuta), e reperibili ai recapiti qui specificati, oppure con bonifico sul c.c.

iban:   IT17K  06065   38940   10000   0000   725

CARIVIT filiale di Bracciano (36)

Intestato a: Associazione Salviamo Bracciano -Via del Lago 12 – 00062 Bracciano

Causale: contributo   ricorso   al  TAR Cupinoro

(l’Associazione Salviamo Bracciano funge solo da collettore dei fondi, destinati esclusivamente al ricorso).

Info: salviamo.bracciano@gmail.com – Tel.340.4704707 – 339.4641014

 

Associazioni e Comitati uniti: NO DISCARICA DI CERVETERI, COORD.RIFIUTI LAZIO, ASS. SALVIAMO BRACCIANO, COMITATO DI ZONA B.GO SAN MARTINO, COMITATO IL CASTELLACCIO MONTERONI, SQUAR MANZIANA, SOCIETA' CIVILE PER BRACCIANO, COMITATO CITTADINI CERENOVA

 

 

 

logo salv.br

Associazione Salviamo Bracciano

Tel. 339.4641014 - 340.4704707

Salviamo.bracciano@gmail.com

http://www.facebook.com/salviamo.bracciano.9

C.F.97796940589

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl