Comunicato LAV. BIMBA AGGREDITA DA CANI, LA LAV: NECESSARIA UNA LEGGE CHE SUPERI L'ORDINANZA MINISTERIALE.

18/apr/2007 18.20.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Comunicato stampa LAV 18 aprile 2007

 

BIMBA AGGREDITA DA CANI, LA LAV: NECESSARIAUNA LEGGE CHE SUPERI LA PARZIALE E INEFFICACE ORDINANZA MINISTERIALE.

 

La LAV esprime il suo cordoglio alla famiglia della bimba aggredita euccisa da due rottweiler nel torinese e dichiara:

 

“al di là delle condizionie delle responsabilità che hanno determinato questa tragedia e che saranno accertatedagli organi competenti, e posto che la gestione di un cane è un atto diresponsabilità che implica consapevolezza e conoscenza dei cani, ci auguriamonon si debba attendere un’altra tragedia per approvare una legge chesuperi la parziale e comunque inefficace Ordinanza Turco sulla ‘Tutela dell’incolumità pubblicadall’aggressione di cani’ che riprende e modifica glianaloghi provvedimenti a firma del Ministro Sirchia prima e del MinistroStorace poi, sulla presunta ‘pericolosità’ di alcuni cani esull’uso dei collari elettrici. Occorre una legge che punti finalmente aregolare in maniera organica la materia e che, quindi, ponga la parola fineallo strumento provvisorio d’intervento legislativo che ha, in ogni caso,grandi problemi d’applicazione. Chiediamo al Ministro Turco diresponsabilizzare il Parlamento a discutere le proposte di legge su talemateria.”

 

“L’aspettopiù sconcertante dell’Ordinanza in vigore è l’obbligo da parte di chipossiede tali cani e non è in grado di mantenerli nel rispetto delledisposizioni dell’Ordinanza, di interessare le autorità veterinariecompetenti del territorio al fine di ricercare con le amministrazioni comunaliidonee soluzioni di gestione dell’animale compresa la valutazionedell’abbattimento eutanasico - dichiaraCiro Troiano, responsabile LAV - La legge 281/91 stabilisce che icani possono essere soppressi, in modo esclusivamente eutanasico, ad opera dimedici veterinari, soltanto se gravemente malati, incurabili o di comprovatapericolosità, indipendentemente dalle razze. Con questa Ordinanza, per la primavolta nel nostro ordinamento giuridico, si arriva a prevederel’abbattimento dei cani in base alla razza di appartenenza e non più soloin base al loro stato di salute o comportamentale. Abbiamo chiesto al Ministrodella Salute di ritirare subito l’articolo dell’Ordinanza cheprevede la possibilità di abbattimento di cani in base alla razzad’appartenenza e la stessa lista di proscrizione”.

 

18 APRILE 2007

Ufficio stampa LAV 06.4461325 - 339.1742586 www.lav.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl