Comunicato LAV. ANIMALI, 5 MESI DI RECLUSIONE PER UCCISIONE DI ALCUNI CANI: UOMO CONDANNATO DA TRIBUNALE DI VIGEVANO. LAV: SENTENZA IMPORTANTE PER DIRITTO VITA DI ANIMALI.

ANIMALI, 5 MESI DI RECLUSIONE PER UCCISIONE DI ALCUNI CANI: UOMO CONDANNATO DA TRIBUNALE DI VIGEVANO.

09/mag/2007 12.20.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Comunicato stampa LAV 9 maggio 2007

 

 

ANIMALI:TRIBUNALE DI VIGEVANO (PAVIA) CONDANNA A CINQUE MESI DI RECLUSIONE UN UOMO PERUCCISIONE DI ALCUNI CANI.

LAV:SENTENZA IMPORTANTE PER IL DIRITTO ALLA VITA DEGLI ANIMALI.

 

Il giudice monocraticodel tribunale di Vigevano (Pavia), dott. Pietro Savani, su richiesta delpubblico ministero dott. Ponzetta, ieri ha pronunciato sentenza di condanna acinque mesi di reclusione a carico di Giorgio Chiappa per il reato di uccisionedi animali (art. 544 bis del Codice penale).

 

I fatti risalgono algennaio del 2005 quando l'Asl rinveniva presso un'abitazione di CerettoLomellina (Pavia) carcasse di animali, alcuni cani, non seppelliti ma lasciatidecomporre. Iniziavano così le indagini cui seguiva il procedimento penale,ieri giunto all'epilogo presso il tribunale di Vigevano. La difesa, ancora unavolta, ha negato la penale responsabilità di Giorgio Chiappa, indagato eimputato, adducendo che ignoti avrebbero lanciato le carcasse nella proprietà.

La scabrosa ricostruzioneoperata dall'Asl e dall'accusa non è stata scalfita dalla tesi difensiva, tantoda arrivare alla sentenza di condanna a cinque mesi di reclusione. La LAVvaluterà l'opportunità di intentare una causa civile per risarcimento danni.

 

"Sitratta - dice con soddisfazione Annalisa Gasparre della LAV - di una pronunciamolto importante, non solo per la punizione del colpevole, ma di unsignificativo avanzamento del diritto alla vita riconosciuto agli animali,quali esseri senzienti. La legge 189/04 che ha introdotto nuove fattispecieincriminatrici all'interno del corpus codicistico, ha rappresentato sia unpunto di arrivo, ma soprattutto un punto di partenza per un'evoluzioneculturale già in atto ma che necessita di una spinta anche legale egiudiziaria. La circostanza che sia prevista una pena detentiva èparticolarmente significativa anche per il nuovo rango riconosciuto ai dirittidegli animali nel nostro ordinamento".

 

Dopo l'entrata in vigoredella legge 189/04 (“Disposizioniconcernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego deglistessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate”),diverse sono state le condanne per maltrattamento o uccisione di animali, lamaggior parte delle quali a seguito di decreto penale o condanna a penapecuniaria. Il progressista tribunale di Vigevano può vantare di aver pronunciato,oltre a condanne a pene pecuniarie, una condanna a pena detentiva, per idelitti contro gli animali, densa di un pregnante valore simbolico e culturale,la terza in Italia dopo quelle per gravi fatti ai danni di animali, accaduti aVenaria (Torino) e l'Aquila.

 

9 maggio 2007

Ufficio stampa LAV sedenazionale tel. 06.4461325 - 339.1742586 www.lav.it

LAV Vigevano e Lomellina:lav.vigevano@infolav.org

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl