Comunicato LAV: ZOOMAFIA A CATANIA, INTERROGAZIONE SEN. BONADONNA AI MINISTRI AMATO E PECORARO SCANIO

24/lug/2007 14.20.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

Comunicato Stampa LAV Catania del 24.07.2007:

 

 

ZOOMAFIA A CATANIA, IL SEN. BONADONNA AI MINISTRI AMATO (INTERNO) E PECORARO SCANIO (AMBIENTE): SUBITO INIZIATIVE DI CONTRASTO ALLE CORSE DI CAVALLI ED AGLI ALTRI REATI IN DANNO DEGLI ANIMALI


 
Il senatore Salvatore Bonadonna (Rif. Comunista - Sinistra Europea), Vicepresidente della 6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro) del Senato, ha presentato un’interrogazione ai Ministri dell’Interno, Giuliano Amato, e dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, in merito alla  preoccupante espansione della zoomafia nel catanese. Ne da notizia la LAV Catania, dalle cui recenti denunce sul fenomeno delle corse ippiche clandestine e, in generale, dei maltrattamenti dei cavalli nell’area etnea, è scaturito l’atto ispettivo parlamentare: nell’interrogazione, infatti, il sen. Bonadonna ricorda che “il 9 luglio u.s. nel centro di Catania, in via Plebiscito, un cavallo viene ritrovato agonizzante accanto ai cassonetti della spazzatura”; il seguente “10 luglio venivano sequestrati due cavalli a S.G. La Punta; il giorno prima veniva sequestrata una stalla abusiva a Librino e il percorso potrebbe andare a ritroso fino al cavallo trovato morto con le zampe mozzate e abbandonato sulla riva di un corso d’acqua o al cavallo lapidato la scorsa estate in piena playa di Catania”.


Il parlamentare, inoltre, ricorda la precedente interrogazione n. 3-00727 sulle accertate infiltrazioni mafiose nelle corse di cavalli, evidenziando come “il mondo dei cavalli vede coinvolti spesso gli interessi di gruppi malavitosi catanesi e non solo,  gli stessi che scalpitano per ottenere a tutti i costi i palii cittadini”. Per questi motivi il sen. Bonadonna chiede ai Ministri Amato e Pecoraro Scaniodi sapere quali urgenti iniziative si intendono adottare al fine di indagare, accertare e mettere fine al fenomeno delle corse clandestine anche all’interno del percorso cittadino di Catania, nonché al fenomeno delle zoomafie nel catanese e nelle altre aree del Paese, in modo da adottare le necessarie iniziative di contrasto ai citati gravi fenomeni di criminalità organizzata e ad adottare ogni intervento utile alla tutela della salute e della sicurezza degli animali”.

 

Confidiamo che dai Ministeri interpellati - dichiara Alessio Riggi, responsabile LAV Catania -  giungano risposte operative utili a riaffermare la legalità ed il rispetto dei diritti degli animali nella nostra città e provincia, dove il business dello sfruttamento dei cavalli (dalle corse alla macellazione clandestina) è ormai una realtà criminale diffusa”.

 

 

 

Info: LAV Catania: 329.2171017 - Osservatorio Zoomafia: 320.4730679

LAV Ufficio Stampa: 06.4461325 - www.lav.it - www.lavsicilia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl