com. stampa BLOCCO DELLE CONCESSIONI IDROELETTRICHE IN ABRUZZO

com. stampa BLOCCO DELLE CONCESSIONI IDROELETTRICHE IN ABRUZZO Informazioni per la Stampa BLOCCO DELLE CONCESSIONI IDROELETTRICHE IN ABRUZZO: NUOVO STOP ALLE RINNOVABILI L'Associazione dei Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili denuncia questa nuova moratoria Milano, Luglio 2007 - Cambia il bersaglio, ma non il tipo di offensiva messa in campo dalla Pubblica Amministrazione contro lo sviluppo delle fonti rinnovabili: il provvedimento della Regione Abruzzo colpisce infatti questa volta l'idroelettrico e si configura a tutti gli effetti come una moratoria simile a quelle di recente deliberate da alcune Regioni nei confronti dell'eolico.

01/ago/2007 10.00.00 APER Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

Informazioni per la Stampa

 

BLOCCO DELLE CONCESSIONI IDROELETTRICHE IN ABRUZZO:

NUOVO STOP ALLE RINNOVABILI 

                                                                                                                           

L’Associazione dei Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili

denuncia questa nuova moratoria

 

Milano, Luglio 2007 - Cambia il bersaglio, ma non il tipo di offensiva messa in campo dalla Pubblica Amministrazione contro lo sviluppo delle fonti rinnovabili: il provvedimento della Regione Abruzzo colpisce infatti questa volta l’idroelettrico e si configura a tutti gli effetti come una moratoria simile a quelle di recente deliberate da alcune Regioni nei confronti dell’eolico.

 

Non è bastato infatti il recente annullamento da parte della Corte Costituzionale della moratoria sull’eolico introdotta in Puglia (vedi Com. Stampa n. 19/2006) a impedire che la Regione Abruzzo determinasse, con l’approvazione della Legge Regionale n. 17 del 25/06/2007, un sostanziale blocco del settore idroelettrico. L’articolo 8 di tale provvedimento prevede infatti la sospensione del rilascio di nuove concessioni di derivazione e la sospensione dei decreti di concessione già rilasciati laddove non siano ancora iniziati i lavori di cantiere.

 

Alla base di questo provvedimento sembra che ci sia, ancora una volta, la mancanza di un’adeguata pianificazione delle risorse disponibili sul territorio; la Pubblica Amministrazione ritiene così di tutelare l’interesse pubblico bloccando qualsiasi iniziativa nel settore. La Regione Abruzzo, infatti, non ha ancora approvato il Piano di Tutela delle Acque e il Piano Energetico Regionale vigente risale al 2001.

 

APER si schiera ancora una volta contro questo tipo di provvedimenti, in palese contrasto con le politiche europee di promozione delle fonti rinnovabili e con i criteri di semplificazione amministrativa introdotti dal D.Lgs 387/2003, e invita tutti gli operatori che si ritengano lesi da questa norma a coordinarsi con l’Associazione per promuovere un’azione legale.

 

 

Fondata nel 1987, APER è l’associazione che riunisce a rappresenta i produttori di energia elettrica da fonti rinnovabili, tutelandone gli interessi a livello nazionale e internazionale. Un’attività che si traduce da una parte con l’assistenza e il supporto tecnico e normativo necessario alla realizzazione e gestione degli impianti e alla commercializzazione dell’energia elettrica prodotta, e dall’altra in azioni di promozione mirate a favorire la formazione e la diffusione di una cultura della sostenibilità ambientale e delle Fonti Rinnovabili, attraverso l’organizzazione di un fitto calendario di corsi, convegni e fiere. Attualmente APER conta più di 300 associati, oltre 400 impianti per un totale di circa 2000 MW di potenza elettrica installata che utilizza il soffio del vento, la forza dell’acqua, i raggi del sole e la vitalità della natura per produrre 7 miliardi di KWh all’anno a cui corrisponde una riduzione di emissioni di CO2 di oltre 5 milioni di tonnellate annue.

 

 

Per ulteriori informazioni:

 

Claudia Abelli

Responsabile Comunicazione APER

Piazza Luigi di Savoia 24  - 20124 MILANO
Tel. (+39) 02 / 7631 9199  Fax  (+39) 02 / 7639 7608
Mobile +39 349 1815 891   Sito: http://www.aper.it/
e-mail: claudia.abelli@aper.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl