Comunicato - CASTELBUONO (PALERMO): MORTI TRE ASINI USATI PER RACCOLTA DIFFERENZIATA.LAV: FARE CHIAREZZA

Comunicato - CASTELBUONO (PALERMO): MORTI TRE ASINI USATI PER RACCOLTA DIFFERENZIATA.LAV: FARE CHIAREZZA Comunicato Stampa LAVSicilia: 10.10.2007 CASTELBUONO (PALERMO): MORTI TRE ASINI USATI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA LA LAV: EVENTO INQUIETANTE.

10/ott/2007 15.33.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Comunicato Stampa LAVSicilia:                        10.10.2007

 

 

CASTELBUONO (PALERMO): MORTI TRE ASINI

USATI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

 

LA LAV: EVENTO INQUIETANTE. AVEVAMO DIFFIDATO IL SINDACO DALPORTARE AVANTI TALE INIZIATIVA; ORA BISOGNA FARE CHIAREZZA

 

 

La LAVha appreso che sono morti in circostanzemisteriose, a poche ore di distanza, tre dei 9 asini usati per la raccoltadifferenziata a Castelbuono (Palermo). Ilservizio era stato attivato lo scorso febbraio quando il Sindaco Mario Cicero  decise di affidare laraccolta differenziata dei rifiuti a 9 asini assunti dal Comune con laqualifica di “operatori ecologici”.

 

L’iniziativa aveva subito provocato lareazione della LAV che, considerata l’attuale normativa atutela della salute e del benessere degli animali L.189/2004, aveva chiesto al Sindaco direvocare tale iniziativa e di provvedere ad utilizzare metodi alternativi aglianimali nella raccolta di rifiuti,poiché riteneva che tale provvedimento era incompatibilecon la tutela ed il benessere degli asini coinvolti, che avrebbero provatograve strazio e sofferenze per essere sottoposti a tali fatichequotidianamente.

 

Delresto lo stesso Sindaco, pressato dalle proteste giunte da varie parti d’Italia, aveva scritto una letteradi risposta, dove dichiarava “che il peso che gli animali andranno a trasportare non saràsuperiore ai 100/130 Kg, il che non li affaticherà minimamente.

 

LaLAV vuole fare chiarezza sulla vicenda e attende di conoscere i risultati delleautopsie che saranno eseguite dall’Istituto Zooprofilatticodi Palermo, per valutare eventuali azioni legali in relazione all’ art.544-bis del Codice Penale che punisce con la reclusione da tre a diciotto mesichiunque cagiona la morte di un animale. Per tali motivi la LAVha già interessato l’Ufficio legale nazionale per adottare iprovvedimenti del caso.

 

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ufficio Stampa LAV Nazionale: 06.4461325 – www.infolav.org ufficiostampa@lav.it

LAV Sicilia: 347.7028904 - www.lavsicilia.it-  ufficiostampa@lavsicilia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl