[Comunicato LAV] PALIO DI ACATE (RAGUSA), POLIZIA ACCERTA IRREGOLARITA': FANTINI CON PRECEDENTI PER CORSE CLANDESTINE

11/lug/2008 15.49.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
COMUNICATO STAMPA
LAV - Coordinamento Regionale Siciliano
 
www.lavsicilia.it - email: ufficiostampa@lavsicilia.it - Tel. Uff. Stampa nazionale: 06.4461325

 

PALIO DI ACATE (RAGUSA), LA POLIZIA ACCERTA GRAVI IRREGOLARITA’: FANTINI

CON PRECEDENTI PER CORSE CLANDESTINE

E ANIMALI CON CERTIFICAZIONI FALSE

 

LA LAV PLAUDE ALL'INTERVENTO DELLA POLIZIA

E TORNA A CHIEDERE L’ANNULLAMENTO DELLA CORSA

 

 

Fantini e proprietari di cavalli con precedenti penali anche per corse clandestine di cavalli e animali con certificazioni false: questi i risultati delle indagini che il Commissariato di Vittoria unitamente alla Squadra Mobile della Questura di Ragusa hanno portato avanti sull’ultima edizione del palio di San Vincenzo di Acate, svoltasi dal 14 al 18 maggio scorso. Dagli accertamenti è emerso che numerosi fantini e proprietari di cavalli partecipanti alla corsa hanno precedenti penali o di Polizia, alcuni dei quali “di particolare allarme sociale”, nonché già segnalati nel corso degli anni per reati legati al mondo delle corse clandestine di cavalli. A questo si aggiunge anche lo stato delle certificazioni sanitarie degli stessi cavalli; in particolare per uno di questi non erano state effettuate le dovute indagini sierologiche, fra cui il test di “Coggin” per l’anemia infettiva.

 

Esprimiamo stima e gratitudine agli agenti del Commissariato di Vittoria ed alla Squadra Mobile della Questura di Ragusa per l’impegno profuso nelle indagini sul palio - dichiara il dott. Ciro Troiano, responsabile dell’Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV - Le gare ippiche sui percorsi urbani oltre a tradursi in vera e propria sofferenza per i cavalli costretti a correre su strade asfaltate incompatibili con le loro esigenze etologiche, rappresentano anche ghiotte occasioni per le organizzazioni criminali. Infatti - continua Troiano - come confermato dalle indagini delle Forze dell’Ordine, storicamente queste manifestazioni, e in particolare le corse di cavalli organizzate durante le feste religiose, diventano occasioni di sicura attività lucrativa per elementi malavitosi già dediti alle scommesse clandestine e la presenza di personaggi legati alle organizzazioni criminali è ritenuta una costante”.

 

Anche alla luce di quanto emerso dalle ultime indagini condotte sul Palio di Acate risulta, quindi,  improrogabile bloccare definitivamente questo tipo di manifestazioni anche nel ragusano così come già è stato fatto ad Agrigento, Palermo, Caltanissetta e Trapani, dove l’intervento dei Prefetti ha di fatto bandito qualsiasi corsa ippica sui propri territori di competenza. La LAV ricorda, inoltre, che la Regione Siciliana non ha recepito il D.P.C.M. del 8.02.2003 sul benessere animale (che impone la sabbiatura del percorso di gara), per cui non vi sarebbero le basi giuridiche e tecniche per consentire palii e altre manifestazioni in circuiti urbani, comunque suscettibili di ricadere nel divieto di gare e manifestazioni che comportino maltrattamento di animali ex legge 189/2004.

 

La LAV chiede un incontro urgente a Prefetto, Vescovo e Presidente della Provincia di Ragusa per discutere di quello che ormai va considerato una vera emergenza sociale. All’incontro parteciperà anche una delegazione che rappresenterà le 41 associazioni che poco meno di due mesi fa, insieme alla LAV, aveva sottoscritto un appello per fermare il palio di Acate per sempre.

 

Roma, 11/07/2008

 


La LAV Lega Anti Vivisezione e' la principale associazione animalista in Italia, riconosciuta Ente Morale ed Onlus. Ci battiamo contro ogni forma di sfruttamento degli animali, con un grande obiettivo di liberta': i diritti degli animali. Conduciamo campagne di sensibilizzazione con la forza di 85 sedi locali, l'impegno di centinaia di volontari ed il sostegno di migliaia di soci; interveniamo direttamente per la tutela degli animali e promuoviamo azioni legali in casi di maltrattamento. La LAV e' membro della Coalizione Europea contro la Vivisezione (ECEAE) e della Coalizione Europea per gli animali dall'allevamento (ECFA). Da più di 20 anni assolviamo un'importante missione: dare risposte alle domande di liberta' per tutti gli esseri viventi. * * * * LAV tel. 064461325 www.lav.it - info@lav.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl