CORSA CAVALLI INTERROTTA DAI CARABINIERI A SIRACUSA. LAV:"UN FRENO CONTRO FENOMENO CRIMINALE"

28/lug/2008 15.50.00 Ufficio Stampa LAV Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Per ricevere i comunicati stampa iscriviti a questa comunita' www.domeus.it/groups/comunicati_stampa_lavsicilia
 

COMUNICATO STAMPA

LAV - Coordinamento Regionale Siciliano

 

 

 web:  www.lavsicilia.it  email: ufficiostampa@lavsicilia.it  -  Tel. Uff. Stampa nazionale: 06.4461325


                                                    

CORSA CLANDESTINA DI CAVALLI INTERROTTA DAI CARABINIERI A SIRACUSA

 

PLAUSO DELLA LAV: “DALL’ARMA UN FRENO CONTRO

UN FENOMENO CRIMINALE DIFFUSO NELL’AREA IBLEA”

 

Quanto occorso stamattina a Siracusa è l’ennesimo episodio che mette in luce come, dietro una corsa di cavalli, vi sia sempre più spesso la presenza delle organizzazioni criminali. Risulta difficile immaginare, infatti, come centinaia di persone rigidamente strutturate con precisi compiti e mansioni possano bloccare grosse arterie di comunicazione per fare correre i cavalli. Dunque bisogna vigilare per reprimere un fenomeno criminale che ha preoccupanti collegamenti con la malavita organizzata”. Questo è il commento di Ciro Troiano, responsabile dell’Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV, alla notizia della brillante operazione dei Carabinieri che hanno interrotto una corsa clandestina di cavalli che si svolgeva a Siracusa sulla strada MareMonti, denunciando ventisette persone per maltrattamento di animali, manifestazioni vietate, scommesse e gioco d’azzardo. Sono stati sequestrati due cavalli (si teme che risultino dopati); secondo i militari dell’Arma ad assistere alla gara clandestina c’erano almeno 150 spettatori.

 

Le corse clandestine si confermano attività in cui le organizzazioni malavitose siciliane, specie nell’area iblea, sono notevolmente presenti ed esercitano un controllo capillare. I cavalli sono costretti a correre su improvvisati e pericolosi circuiti stradali; spesso vengono drogati con stimolanti per aumentarne le prestazioni o con antinfiammatori per fargli sopportare fatica e dolore - prosegue Ciro Troiano -; si tratta ormai di un fenomeno di ampie proporzioni, divenuto una realtà criminale preoccupante. Le corse abusive di cavalli costituiscono per le organizzazioni criminali un sicuro e redditizio investimento dei propri illeciti introiti economici”. Secondo la LAV i cavalli sfruttati in queste gare clandestine spesso sono utilizzati anche nel corso dei palii paesani che si svolgono durante le feste religiose. Proprio il richiamo a tali convivenze ed al controllo delle organizzazioni mafiose sulle scommesse, è stato alla base di un ottimo intervento del Prefetto di Siracusa, Benedetto Basile, che ha vietato dal 2006 i palii in varie cittadine della Provincia (es. Palio di Avola, Floridia ecc.).

 

La LAV plaude per la brillante operazione dei Carabinieri e per l’impegno del Comandante provinciale col. Massimo Mennitti - conclude Troiano - al quale va tutta la nostra gratitudine per avere stroncato gli interessi della zoomafia nello sfruttamento dei cavalli. Ricordiamo con ammirazione che l’Arma dei Carabinieri di Siracusa è già intervenuta in passato bloccando altre gare ippiche illecite e con investigazioni mirate come quelle che hanno portato alla denuncia di 9 persone per uso di doping nel palio di Floridia del 2006”.

 

 

Palermo-Roma, 28/07/2008                                                                                              www.lavsicilia.it

 

 

 


La LAV Lega Anti Vivisezione e' la principale associazione animalista in Italia, riconosciuta Ente Morale ed Onlus. Ci battiamo contro ogni forma di sfruttamento degli animali, con un grande obiettivo di liberta': i diritti degli animali. Conduciamo campagne di sensibilizzazione con la forza di 85 sedi locali, l'impegno di centinaia di volontari ed il sostegno di migliaia di soci; interveniamo direttamente per la tutela degli animali e promuoviamo azioni legali in casi di maltrattamento. La LAV e' membro della Coalizione Europea contro la Vivisezione (ECEAE) e della Coalizione Europea per gli animali dall'allevamento (ECFA). Da più di 20 anni assolviamo un'importante missione: dare risposte alle domande di liberta' per tutti gli esseri viventi. * * * * LAV tel. 064461325 www.lav.it - info@lav.it

NO SPAM! Questa mail circolare - inviata in ''blind carbon copy'' per rispetto della vostra privacy - alle redazioni o a singole persone a scopo informativo riguardo notizie ed informazioni di pubblico interesse ed a carattere sporadico, non contiene pubblicita' ne' promozione di tipo commerciale e viene inviata in conformità al D.Lgs 196/2003. Cerchiamo di evitare doppi invii per quanto possibile. Se cio' accadesse segnalatecelo e provvederemo. Sperando che le nostre comunicazioni siano per Lei interessanti, Le assicuriamo che i Suoi dati saranno da noi trattati con riservatezza e non verranno divulgati. Per ogni necessità e per contattre il responsabile dell'invio di questa email scrivere a: ufficiostampa@lavsicilia.it

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl