FederFauna agli animalisti: prendete le distanze dai terroristi!

Oltre al presidio 100% animalisti, si riserva di attuare altre azioni di "disturbo": al circo gli animali non si divertono.

14/nov/2008 17.14.44 FederFauna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



----- Messaggio Inoltrato -----

Da : "info@federfauna.org"

A :

ufficiocentrale@ansa.it,cultura@ansa.it,cronache@ansa.it,dea@ansa.it

,fotografico@ansa.it,internet@ansa.it,multimedia@ansa.it,network@ansa.it

,politico@ansa.it,salute@ansa.it,scienza@ansa.it,ambiente@ansa.it

,redazione@voceditalia.it,segreteria.bologna@dire.it,ambiente@dire.it

,welfare@dire.it,politico@dire.it,segreteria.roma@dire.it,segr.direzione@dire.it

,web@dire.it,relazioniesterne@dire.it,n.perrone@dire.it,direzione@dire.it

Oggetto : FederFauna agli animalisti: prendete le distanze

dai terroristi!

Data : Fri, 14 Nov 2008 17:04:39 +0100



Già tempo fa, FederFauna aveva denunciato il fatto

increscioso che circolassero in internett minacce belle e

buone rivolte al Circo di Moira Orfei. Il comunicato in

questione, firmato da Paolo Mocavero, diceva: “Militanti

di 100% animalisti annunciano che questa sera presidieranno

dalle 20 alle 22.30 il circo di Moira Orfei giunto in questi

giorni a Vicenza. Oltre al presidio 100% animalisti, si

riserva di attuare altre azioni di "disturbo": al circo gli

animali non si divertono. Vicenza sarà la prima città

del “triangolo” Vicenza-Padova- Venezia che verrà

“attaccata” anche “duramente" dai nostri attivisti nei

prossimi giorni”.

La minaccia si è poi trasformata in azione quando, pochi

giorni fa a Vicenza, alcuni attivisti dell’Associazione

100%animalisti hanno fatto irruzione, picchiando due

sorveglianti, nel tendone del Circo Orfei a spettacolo

iniziato, hanno buttando volantini, offeso il pubblico e i

presenti e sempre spintonando, ci dicono i presenti, sembra

abbiano cercato di aprire la gabbia delle tigri, mettendo

quindi a rischio l’incolumità del pubblico stesso.

Logicamente il personale del Circo ha reagito subito in

difesa degli spettatori e dell’onesto lavoro col quale

sbarca il lunario ed è nata quindi una specie di rissa

che, vista la disparità numerica, ha visto fortunatamente

vittoriosi i circensi che sono riusciti a respingere gli

aggressori. Adesso, è possibile apprendere dal gazzettino

di Padova del 14 novembre 2008, che sono proprio gli

animalisti aggressori a denunciare di essere stati vittime

di violenze da parte del personale che li ha allontanati

dalla struttura e che quindi, hanno chiesto al Questore di

Padova di annullare la tappa del circo in città,

rinnovando la minaccia che se lo spettacolo dovesse essere

confermato, li avrebbe nuovamente visti protagonisti di un

nuovo blitz. FederFauna spera logicamente che, a questo

punto, le Questure e le altre forze dell’ordine prendano

gli opportuni provvedimenti ma restano comunque in piedi

alcuni interrogativi: Ma questi sono animalisti? Sono

animalisti persone che si macchiano di azioni più

assimilabili al terrorismo che non alla civile

manifestazione del proprio dissenso? Sono animalisti quelli

che liberano migliaia di animali da pelliccia condannandoli

comunque a morte, danneggiando la proprietà e mettendo sul

lastrico onesti lavoratori? Sono animalisti quelli che

disturbano le attività lavorative o ludiche ma comunque

legali di altri esseri umani? FederFauna si è rivolta

più volte al Ministro Maroni per invitarlo a prendere

provvedimenti drastici in difesa di cittadini che operano

nella legalità e pagano le tasse ed ora si rivolge anche

alle Associazioni animaliste con le quali è convinta di

poter instaurare un dialogo a vantaggio di animali,

operatori e consumatori per invitarle a prendere le distanze

in modo netto e clamoroso da persone che, con il loro

comportamento, gettano fango anche su coloro che amano gli

animali senza odiare per forza le persone..







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl