GRIN/ FederFauna Lombardia: riunione regionale il 6 febbraio a Lomazzo

29/gen/2009 16.53.34 FederFauna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



----- Messaggio Inoltrato -----

Da : "info@federfauna.org"

A :

ufficiocentrale@ansa.it,cultura@ansa.it,cronache@ansa.it,dea@ansa.it

,fotografico@ansa.it,internet@ansa.it,multimedia@ansa.it,network@ansa.it

,politico@ansa.it,salute@ansa.it,scienza@ansa.it,ambiente@ansa.it

,redazione@voceditalia.it,segreteria.bologna@dire.it,ambiente@dire.it

,welfare@dire.it,politico@dire.it,segreteria.roma@dire.it,segr.direzione@dire.it

,web@dire.it,relazioniesterne@dire.it,n.perrone@dire.it,direzione@dire.it

Oggetto : GRIN/ FederFauna Lombardia: riunione regionale il

6 febbraio a Lomazzo

Data : Thu, 29 Jan 2009 16:41:28 +0100



GRIN CENTRO NATURA, Associazione confederata a FederFauna,

nella persona di Francesco Crusco, responsabile lombardo del

Sindacato di Allevatori, Commercianti e Detentori di

animali, ha organizzato per venerdì 6 febbraio presso la

Sala Garibaldi p.za XXIV Novembre alle ore 21.

Crusco che titola l’incontro: “Tutela animali SI! Tutela

animalisti NO!” prende spunto dalle norme recentemente

approvate in Regione Lombardia, per segnalare tutta una

serie di casi come le liberazioni di cani, conigli o visoni,

le forme di manifestazione al limite della civiltà contro

esposizioni e circhi, le gestioni tuttaltro che animaliste

di alcuni canili e la recente brutta figura fatta da un

sedicente animalista alla trasmissione televisiva Geo-Geo

(ha scambiato un bouledogue francese per chow-chow), per

denunciare che non si possono fare leggi sugli animali senza

consultare prima i rappresentanti dei detentori di animali,

i rappresentanti degli allevatori, i rappresentanti dei

veterinari e dei vari settori che con gli animali vivono nel

rispetto della realtà quotidiana.

“È ora che la politica prenda in considerazione

l’impresa legata agli animali e che, insieme

all’occupazione, inizi ad adottare provvedimenti per il

vero benessere animale che non è quello che propongono gli

animalisti, perchè snaturare un’animale per umanizzarlo

è contronatura” prosegue Crusco.

Alla riunione, assieme a Francesco Crusco, saranno presenti

Alberto Veronesi, Presidente AACI in rappresentante della

FederFauna Nazionale, l’avvocato Alessandro Meregalia del

Foro di Torino, rappresentanti di diverse Associazioni e

della politica locale.

Chi volesse partecipare è pregato di comunicarlo

preventivamente ai numeri 3804630082 e 3488554119







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl