The fun theory: la raccolta differenziata divertente

The fun theory: la raccolta differenziata divertente Questo video è tratto dal sito www.thefuntheory.com.

22/ott/2009 16.08.39 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Questo video è tratto dal sito www.thefuntheory.com. La raccolta differenziata è una necessità, e sempre più spesso è un obbligo. Tuttavia, per convincere le persone a differenziare i loro rifiuti ci sono diverse strade. Si può cercare di spaventarli con la minaccia della multa, oppure… si può tentare di farli divertire.

Il cassonetto musicale

Il cassonetto musicale

Gli attivisti della “fun theory” (la teoria del divertimento) hanno modificato il classico cassonetto del vetro, trasformandolo in un gioco arcade dal gusto anni ‘80. Cinque diversi buchi dove infilare le bottiglie, una lucina sopra ciascun buco e un totalizzatore di punti: quando una lucina si accende bisogna infilare la bottiglia nel buco corrispondente, in modo da guadagnare punti. Durante una sola serata, si legge nel video, un tradizionale cassonetto del vetro lì accanto è stato utilizzato soltanto due volte. Il cassonetto divertente, invece, circa un centinaio.

“Il divertimento è il modo più facile per cambiare il comportamento delle persone in meglio”, si legge nella home del sito della fun theory. Un metodo che può essere applicato anche, per esempio, per convincere ad usare una scala normale al posto di una scala mobile.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl