Comunicato Stampa 5 Marzo Arcore

03/mar/2005 00.23.53 PAPASEPARATI dai figli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ASSOCIAZIONE PAPÀSEPARATI ONLUS in favore della bigenitorialità

05 mar 05-Sit In presso la Residenza del Premier


SABATO 5 MARZO 2005 ARCORE (MI) LARGO VELA
nelle vicinanze della residenza del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

Ore 14.00

SIT-IN in favore del PDL 66 per l'affidamento condiviso dei figli

SI SEPARANO I GENITORI, MAI I FIGLI DAI GENITORI!!!

Nella realtà attuale delle separazioni (fenomeno che nell'anno 2000 ha riguardato 110’000 coppie e 118’000 figli minorenni, fonte ISTAT) il genitore non affidatario (nell'86.7% dei casi è il padre, ISTAT 2000), è spesso relegato al ruolo d'erogatore di un assegno mensile o a quello di genitore del tempo libero, dello svago, in una condizione sostanzialmente marginale e secondaria rispetto al genitore affidatario (nell'86.7% dei casi la madre, ISTAT 2000), con tanti saluti ai principi dell’eguaglianza stabilita dalla Costituzione.

Affermare con forte convinzione il principio della bigenitorialità significa valorizzare il diritto dei figli ad avere rapporti costanti ed assidui con entrambi i genitori. Potrebbero sembrare concetti ovvi, quasi scontati, ma purtroppo non lo sono affatto: infatti la continuità, la regolarità e l’assiduità del rapporto con il genitore non affidatario sono in realtà disattese ed ignorate per una persistente abitudine a privilegiare, in modo del tutto antidemocratico, il ruolo del genitore affidatario (86.7% dei casi la madre).

IN ITALIA PER AMORE DEI FIGLI SI CONTINUA A MORIRE: in 10 anni più di 1000 vittime!!! (Padri, Madri e Figli) E’ di fondamentale importanza, quindi, che nella separazione non ci siano genitori di serie A e di serie B, nell’ esclusivo interesse dei figli. Ciò implica una netta presa di posizione sia verso quei padri che fuggono dalle loro responsabilità educative e si assentano dalla vita dei figli, sia nei confronti di quelle madri che, abusando della loro posizione di "coniuge affidatario", intralciano il rapporto padre-figli e talvolta lo annullano di fatto.

Sulla base di questi principi il Sit-In del 5 marzo 2005 vuole essere un appello, non una protesta, al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, alla Maggioranza e all'Opposizione, affinchè venga al più presto approvato il Progetto di Legge 66 che prevede "nuove norme in materia di separazione dei coniugi e affidamento condiviso dei figli", giacente in parlamento dal 2001.

SE SEI UNA MADRE, UN PADRE, UNA FIGLIA, UN FIGLIO, UNA NONNA, UN NONNO, UNA ZIA, UNO ZIO, UN CITTADINO O UNA CITTADINA CHE CREDE NEL PRINCIPIO DELLA BIGENITORIALITÀ, PARTECIPA CON NOI !! 4 anni di attesa per una legge che impedisca ai nostri figli di diventare "orfani di genitore vivo" sono troppi: è ora di cambiare!!!

CHE L’AMORE DI UN FIGLIO PER ENTRAMBI I GENITORI SIA CONSIDERATO, SOPRATTUTTO DAI POLITICI E NELLE AULE DEI TRIBUNALI,

UN DIRITTO INVIOLABILE ED INSOPPRIMIBILE!!
Nè mio, nè tuo; è nostro figlio:
sì all'affidamento condiviso!

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
www.papaseparati.it
Andrea Carta - cell. 338 3728423
Andrea Pierangioli - cell. 3478243530





____________________________________________________________
Navighi a 2 MEGA e i primi 3 mesi sono GRATIS.
Scegli Libero Adsl Flat senza limiti su http://www.libero.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl