CS AZIONE PER LA SALUTE GLOBALE: UNA SQUADRA PER BATTERE LA MORTALITA' INFANTILE, PARTE LA CAMPAGNA "KICK OFF FOR CHILDREN HEALTH"

16/giu/2010 14.45.41 Cestas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

AZIONE PER LA SALUTE GLOBALE

ACTION FOR GLOBAL HEALTH

 

COMUNICATO STAMPA

KICK OFF FOR CHILDREN’S HEALTH

UNA SQUADRA PER BATTERE LA MORTALITA’ INFANTILE

 

Strasburgo, 16 giugno ’10 – Giornata dedicata al bambino africano

 

In occasione della Giornata dedicata al bambino africano e in concomitanza con i Mondiali di calcio che si stanno svolgendo in Sud Africa, Azione per la Salute Globale riporta l’attenzione sui 25 mila bambini che muoiono ogni giorno per malattie facilmente prevenibili e curabili.

 

Lo fa lanciando la campagna di sensibilizzazione “Kick off! For children’s heatlh un mondiale di calcio alternativo dove ognuno di noi può scoprire i numeri dell’emergenza e insieme costruire una squadra vincente per riuscire realmente a raggiungere entro il 2015 l’Obiettivo del Millennio numero 4: la riduzione di due terzi della mortalità infantile.

 

La Campagna offre approfondimenti e invita a giocare insieme un mondiale di calcio on line, per arrivare al fischio finale del 2015 non dovendo più contare 1 bambino morto ogni 3 secondi. Si potranno tirare 11 calci in rete per conoscere e vincere le 11 piaghe della mortalità infantile:

  1. Tre quarti dei decessi neonatali avvengono nei primi sette giorni di vita.
  2. Un bambino nato nella parte non industrializzata del mondo ha 14 probabilità in meno di sopravvivere nel primo mese di vita rispetto ad un bambino nato ad esempio in Italia.
  3. In Asia e in Africa avviene il 90% delle morti infantili.
  4. Quasi 2 milioni di bambini all’anno muoiono per la polmonite. Basterebbero 30 centesimi di euro per comprare ad ognuno di loro l’antibiotico e salvargli la vita
  5. 129 milioni di bambini nel mondo sono sottopeso.
  6. La metà dei bambini del mondo vive con meno di un dollaro al giorno.
  7. Il 91% dei bambini affetti da HIV si trova in Africa.
  8. Per un bambino avere una madre che non ha potuto godere di un’educazione di base significa avere il 20% di probabilità in più di ammalarsi.
  9. Le bambine subiscono ancora una forte discriminazione anche in fatto di assistenza sanitaria: il loro tasso di mortalità è decisamente più alto rispetto ai coetanei dell’altro sesso.
  10. Un vaccino contro il morbillo costa solo 1 euro. La somministrazione dei vaccini e la potabilizzazione dell’acqua salverebbero circa 2milioni di bambini all’anno.
  11. 51 milioni di bambini ogni anno non vengono registrati alla nascita: praticamente non esistono.

 

Azione per la salute globale invita tutti ad aderire e a diffondere la Campagna “Kick off! For children’s health”: sul sito www.mdg4.eu è possibile giocare la partita per il diritto alla salute dei bambini e insieme chiedere impegni concreti perché la salute sia un diritto di tutti.

 

La Campagna sarà lanciata ufficialmente oggi pomeriggio alle ore 18 nella sede del Parlamento Europeo di Strasburgo.

 

Ufficio Stampa:

AIDOS: ufficiostampa@aidos.it, tel 066873.214/196, www.aidos.it

CESTAS: silvia.trentini@cestas.org, tel. 051. 255053, www.cestas.org      

 

 

Azione per la Salute Globale è network europeo fondato nel 2006 da 15 Ong con l’obiettivo di promuovere l’impegno internazionale per migliorare la salute del Sud del mondo. In Italia partecipano al network le Ong AIDOS e CESTAS.      www.actionforglobalhealth.eu   www.aidos.it   www.cestas.org

 

 

 

Silvia Trentini

 

Cestas - Centro di Educazione Sanitaria e Tecnologie Appropriate Sanitarie

Organizzazione di Cooperazione Internazionale - Ente di Formazione
Via Ranzani 13/5/F 40127 Bologna - Italia
T +39 051 255053 F +39 051 4211317 @silvia.trentini@cestas.org
skype silvia.trentini.cestas  www.cestas.org

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl