Profitti illegali: casa farmaceutica pagherà 313 milioni di dollari

Profitti illegali: casa farmaceutica pagherà 313 milioni di dollari FOREST LABORATORIES DEVE PAGARE 313 MILIONI DI DOLLARI PER LIQUIDARE LE CAUSE STATUNITENSI The Wall Street Journal - Brent Kendall WASHINGTON (Dow Jones) - La Forest Laboratories Inc. (FRX) pagherà 313 milioni di dollari per liquidare le cause civili e penali per aver impropriamente commercializzato antidepressivi per uso sui bambini e per aver distribuito un farmaco per la tiroide non approvato - ha annunciato mercoledì il Dipartimento di Giustizia.

28/set/2010 02.10.44 CCDU onlus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

FOREST LABORATORIES DEVE PAGARE 313 MILIONI DI DOLLARI PER LIQUIDARE LE CAUSE STATUNITENSI


The Wall Street Journal - Brent Kendall


WASHINGTON (Dow Jones) - La Forest Laboratories Inc. (FRX) pagherà 313 milioni di dollari per liquidare le cause civili e penali per aver impropriamente commercializzato antidepressivi per uso sui bambini e per aver distribuito un farmaco per la tiroide non approvato - ha annunciato mercoledì il Dipartimento di Giustizia.


La produttrice di farmaci con sede a New York aveva precedentemente annunciato una soluzione in linea di principio con il Dipartimento e aveva detto in luglio che l’intero costo dell’accordo sarebbe stato coperto tramite un fondo che aveva creato.


Il Dipartimento ha affermato che una consociata della Forest Labs, la Forest Pharmaceuticals Inc., avrebbe ammesso la propria colpevolezza sull’accusa di reato maggiore di ostruzione della giustizia e sull’accusa di reato minore in relazione alla distribuzione del farmaco Levothroid, che al tempo era un farmaco non approvato, e alla promozione illegale dell’antidepressivo Celexa per l’uso nel trattamento di bambini e adolescenti.


L’accordo copre anche le accuse civili secondo le quali la Forest ha impropriamente promosso il farmaco Celexa e un altro antidepressivo, Lexapro (in Italia è venduto come Cipralex e Entact, Ndt), per uso pediatrico, uso che non era stato approvato dall’autorità statunitense del farmaco. L’inappropriata campagna promozionale della Forest è stata svolta dal 1998 fino almeno al 2005, sostiene il Dipartimento.


Lo stesso Dipartimento dichiara che la Forest ha tratto in inganno medici e consumatori mancando di rivelare uno studio medico europeo che aveva stabilito che il Celexa è inefficace nell’uso pediatrico.


La causa civile includeva altre accuse secondo cui la Forest ha pagato tangenti per incoraggiare i dottori a prescrivere antidepressivi, e avrebbe ostruito una ispezione regolatrice dell’autorità.


La Forest Pharmaceutical ha deliberatamente scelto di perseguire i profitti aziendali al di là dei suoi obblighi verso la FDA (Food & Drug Administration, l’autorità statunitense del farmaco, Ndt) e il pubblico americano” ha detto Carmen Ortiz, il procuratore statunitense del Massachussets, in una dichiarazione.


Come parte dell’accordo, la Forest pagherà 150 milioni di dollari di risarcimenti penali e ne perderà altri 14 milioni in attività. La compagnia pagherà approssimativamente 149 milioni di dollari per risolvere la causa civile. In aggiunta la società si è dovuta impegnare a rispettare un accordo quinquennale di trasparenza aziendale che richiede alla produttrice di farmaci di attuare un programma di conformità e di esporre sul suo sito web informazioni sui pagamenti ai medici, come gli onorari, viaggi o alloggi.


Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi che per i propri figli, ma richiedere accurate analisi mediche, oltre ad informarsi attentamente sugli effetti dei farmaci antidepressivi. Avvertenze su questi ed altri psicofarmaci sia per adulti che per bambini è possibile trovarli anche consultando il sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).


Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus

Tel 0236510685

Email: info@ccdu.org

www.ccdu.org




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl