CS COONGE LA SCURE DEL GOVERNO SULL'ASSOCIAZIONISMO, ORA TOCCA AL CINQUE PER MILLE

15/nov/2010 14.49.20 Cestas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COONGER

CORDINAMENTO ORGANIZZAZIONI DELL’EMILIA ROMAGNA

COMUNICATO STAMPA

Bologna, 15 novembre 2010

 

LA SCURE DEL GOVERNO TORNA A SCAGLIARSI SULL’ASSOCIAZIONISMO

L’APPELLO DELLE ONG DELL’EMILIA ROMAGNA: NON TAGLIAMOCI IL FUTURO!

 

Il governo italiano continua a togliere linfa vitale al settore del non profit, proseguendo nel miope taglio delle risorse destinate al Terzo settore e alla cooperazione internazionale.

Le organizzazioni del COONGER – Coordinamento delle Organizzazioni dell’Emilia Romagna, rilanciano nuovamente l’appello “NON TAGLIAMOCI IL FUTURO” e chiedono che le forze politiche e istituzionali che credono nell’importanza del Terzo settore prendano voce su quanto sta accadendo alla cooperazione internazionale italiana.

 

“Il maxiemendamento alla finanziaria presentato in questi giorni tocca anche il 5 per mille, quello strumento di democrazia e di sostegno al privato sociale che permette al singolo individuo di indirizzare parte delle sue imposte ad associazioni e organizzazione accreditate,” afferma Marco Benassi, Presidente di Coonger “ e ne riduce vertiginosamente il gettito, tagliando circa il 75%. Il Governo quindi, oltre a non mantenere l’impegno di stabilizzare il relativo fondo, ora addirittura lo sacrifica riducendolo a 100 milioni di euro, contro i 400 milioni dell’anno scorso”.

 

“Purtroppo il Governo italiano sta dimostrando di non avere una strategia lungimirante in tema di sviluppo e lo dimostra tagliando proprio quei settori che potrebbero trainare anche il nostro paese fuori dalla crisi” afferma il Presidente di Cestas, Uber Alberti, organizzazione aderente al Coonger, “Purtroppo la Finanziaria 2011 renderà la vita veramente dura a molte organizzazioni di cooperazione internazionale impegnate nella lotta alla povertà: quasi l’80% dei tagli fatti alle risorse del Ministero degli Affari Esteri pesano sulla cooperazione internazionale e ora si aggiunge anche questo ulteriore colpo di scure sul 5 per mille.

 

Al Coonger – Coordinamento delle Ong dell’Emilia Romagna aderiscono: AIFO, ALISEI, Amici dei Popoli, ARCS, AVSI, CEFA, CESTAS, COSPE, EDUCAID, GVC, IBO, ISCOS, NEXUS, ORLANDO, OVERSEAS, PARMA PER GLI ALTRI, RIM, PEACE GAMES UISP, ISI. Enti osservatori: CISP, ManiTese.

 

 

Silvia Trentini

Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa

CESTAS - Centro di Educazione Sanitaria e Tecnologie Appropriate Sanitarie

Organizzazione di Cooperazione internazionale

 

via Ranzani 13/5/F Bologna

T + 39 051 253001 F +39 051 4211317

skype silvia.trentini.cestas

www.cestas.org

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl