Il Concerto di Natale a favore della campagna solidale della Fondazione DON BOSCO NEL MONDO "Haiti chiama per ricostruire!"

Dopo l'emergenza terremoto di Haiti altre emergenze si abbattono sull'isola: lo spettro del colera e la devastazione dell'uragano Tomas Venerdì 24 Dicembre 2010, vigilia di Natale, andrà in onda su RAI 2, a partire dalle ore 21:00, la XVIII edizione del Concerto di Natale.

19/nov/2010 11.49.03 donbosconelmondo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Dopo l’emergenza terremoto di Haiti altre emergenze si abbattono sull’isola: lo spettro del colera e la devastazione dell’uragano Tomas Venerdì 24 Dicembre 2010, vigilia di Natale, andrà in onda su RAI 2, a partire dalle ore 21:00, la XVIII edizione del Concerto di Natale. La Fondazione DON BOSCO NEL MONDO ha attivato una campagna solidale associata a questo importante evento musicale, finalizzata alla ricostruzione di alcune strutture salesiane distrutte o gravemente danneggiate dal terremoto che ha sconvolto Haiti lo scorso mese di Gennaio: HAITI CHIAMA per ricostruire I missionari salesiani sono presenti ad Haiti da 75 anni. Si sono insediati sull’isola per prendersi cura dell’assistenza, della scolarizzazione e della formazione professionale dei ragazzi haitiani. In seguito al terremoto anche diverse strutture salesiane hanno però subito grossi danni. L’opera di Port-Au-Prince Enam e le presenze limitrofe dell’Istituto “San Giovanni Bosco”, come l’Opera delle Piccole Scuole di Padre Bonhen, e le “Lakay”, sono state le più colpite di tutta la città. Purtroppo, a causa dei crolli, sono rimasti sotto le macerie molti ragazzi ospiti delle strutture salesiane e con essi anche alcuni educatori e sacerdoti. A circa un anno dal terremoto si devono segnalare purtroppo nuove emergenze causate dai recenti casi di colera registrati sull'isola caraibica e dal passaggio dell'uragano Tomás. L’epidemia di colera, esplosa il 20 ottobre scorso, ha causato finora oltre 1000 morti e 15.000 casi di contagio. I salesiani lavorano a pieno ritmo per contrastare l’epidemia e favorire il rispetto delle norme igieniche, soprattutto con i più bisognosi dei quartieri poveri. Il passaggio dell’uragano Tomás ha causato la morte di decine di persone e numerosi feriti, oltre a danni incalcolabili alle infrastrutture. Durante il passaggio della tormenta tropicale le autorità di Haiti hanno evacuato circa 36.700 persone; 31.731 di questi dimoravano ancora negli accampamenti del post terremoto. Diversi i tratti di strada interrotti con conseguenze per le comunicazioni ed i soccorsi. In questo contesto di continua emergenza i salesiani si stanno adoperando per ricominciare al più presto a svolgere il proprio ruolo di educatori e a riprendersi quindi cura dei ragazzi haitiani. I missionari presenti sull'isola si trovano per questo chiamati ad un compito particolarmente gravoso che può essere svolto solo se viene garantito il ripristino di un minimo di strutture operative, per la ricostruzione delle quali è già stato definito il piano di ricostruzione. Se vuoi contribuire alla realizzazione del piano di ricostruzione dei Salesiani ad Haiti puoi effettuare una piccola donazione tramite Carta di Credito o bonifico bancario/postale. A partire dal 23 Dicembre 2010 sarà attivo un numero di SMS Solidale, che pubblicheremo nei prossimi giorni, con il quale sarà possibile donare 2 euro tramite SMS. Aiuta la Fondazione DON BOSCO NEL MONDO. Contribuisci alla ricostruzione di Haiti. Per ulteriori informazioni sull’iniziativa e su come donare a favore dell’emergenza Haiti Tel. 06 65612663 Sito web: http://www.donbosconelmondo.org/eventi/ Mail: donbosconelmondo@sdb.org
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl