La storia di una mamma a cui sono state sottratte le figlie

15/dic/2010 20.01.14 CCDU onlus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 Venerdì, 17 Dicembre dalle 11 alle 12, nel piazzale antistante il
Tribunale dei Minori in Via Malta a Brescia, si terrà una
manifestazione tesa a sensibilizzare l'opinione pubblica sul caso di
Alfreda.

Il tribunale dei minorenni di Brescia ha sottratto ad Alfreda le sue
due bambine di 12 e 7 anni nonostante queste non abbiano subito alcuna
violenza da parte di chicchessia, né poteva sussistere il benché
minimo sospetto che tali violenze potessero verificarsi. Alfreda ha
già cresciuto un figlio maschio ora maggiorenne e le sue figlie hanno
frequentato le rispettive classi con buon profitto. Motivi del tutto
pretestuosi sono stati utilizzati per giustificare una sottrazione
inutile, ingiusta ed estremamente dolorosa per la madre e per le
figlie.

In generale, i metodi educativi di una madre, possono non essere
condivisi (e spesso diventano motivo di conflitto in molte famiglie),
ma questi non possono essere standardizzati, meccanizzati od
uniformati in alcun modo.

Il CCDU invita i cittadini a manifestare affinché tali ingiustizie
siano conosciute e denunciate.

Alfreda, in compagnia del suo avvocato e sostenuta dal CCDU, a cui ha
chiesto aiuto per la sua vicenda, incontrerà i giornalisti verso le
11.30

Per maggiori Informazioni:
Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus
Sez. di Brescia
mail: ccdubrescia@libero.it
Dott. Sandro Oneda
Cell. 335-5890884


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl