CS_IL TOTAL QUALITY MANAGEMENT_materia d’insegnam ento di tutti i corsi scolastici e universitari

28/gen/2011 11.32.36 FIABA ONLUS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


COMUNICATO STAMPA

Il Presidente di FIABA Giuseppe Trieste:

“IL TOTAL QUALITY MANAGEMENT

materia d’insegnamento di tutti i corsi scolastici e universitari”

“Dico no al Disability manager perché in un’epoca globalizzata non abbiamo bisogno di una figura che sperimenti soluzioni “su misura” per il singolo ma di un esperto in grado d’intervenire sull’ambiente per migliorare la qualità della vita dell’intera comunità. Mi sembra l’ennesimo tentativo di strumentalizzare il disabile e il suo disagio, che alimenta una visione stereotipata della disabilità come un mondo da trattare a parte. È  tempo invece di diffondere la cultura della Total Quality ed operare per formare figure professionali multidisciplinari e complesse che interpretino il corretto management sia presso gli enti pubblici che privati. Questa figura è il Total Quality Manager”.

Così il Presidente di FIABA Giuseppe Trieste precisa la sua posizione sul Disability manager e controreplica a Matilde Leonardi, responsabile scientifica del corso di perfezionamento in Disability manager presso l’Università Cattolica di Milano.

“FIABA è stata da sempre contraria alla figura del Disability manager �“ aggiunge il Presidente Trieste - e lo ha apertamente dichiarato sia a Parma nel corso dei lavori di redazione del “Libro bianco su accessibilità e mobilità urbana” e della conferenza stampa alla presenza del Ministro del Welfare Sacconi che in occasione della presentazione del primo percorso formativo universitario presso l’Istituto per gli Affari Sociali di Roma, struttura che �“ precisa Trieste �“ è inaccessibile con oltre dieci gradini all’ingresso, pur avendo avuto tra i suoi presidenti proprio una persona con disabilità”.

“Mi auguro che non siano più attivati altri corsi di studi incentrati sulla disabilità- continua Trieste - ma che invece fin dalla scuola dell’obbligo ci si impegni a trasmettere  una visione globale della persona e dei suoi bisogni, ispirata ai principi della Total Quality e che porti, in senso generalizzato, anche ad una “educazione civica di coesistenza di condivisione” e che faccia cadere innanzitutto i pregiudizi e le barriere culturali, sociologiche e interreligiose”.

“Nessuna polemica personale con la professoressa Leonardi o con l’Ente che rappresenta. Il fatto è che piantare oggi un seme negativo �“ conclude il Presidente di FIAB Giuseppe Trieste �“  rischia di creare danni irreparabili per il futuro e di bloccare ulteriormente il riconoscimento delle pari opportunità per le persone con disabilità”.

 

Comunicato Stampa n. 3/2011 Ddm

Roma, 28 Gennaio 2011

 

 

 

 

UFFICIO STAMPA FIABA

Piazzale degli Archivi n. 41 - 00144 Roma Telefax 06 43400800

Dott.ssa Daniela De Mitri Cell. 320 7260526

Mail ufficiostampa@fiaba.org

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl