Tornano liberi i genitori di Anna Giulia

"Sostenendo che i genitori di Anna Giulia hanno agito sull'onda di un particolare senso di ingiustizia subita e per il solo fine di poter stare un po' con la loro bambina, senza alcuna effettiva intenzione di sottrarre per sempre la bambina al controllo pubblico ma - afferma l'avvocato difensore Francesco Miraglia - per un gesto, invece, ai fini dimostrativi per attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla loro situazione, il Tribunale di Massa, accogliendo l'istanza e la tesi di questa difesa ha rimesso in libertà i genitori di Anna Giulia".

26/mar/2011 13.03.14 CCDU Onlus Trento Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Trasmettiamo questo comunicato con preghiera di pubblicazione. CCDU Onlus

 

Tornano liberi i genitori di Anna Giulia

 

Massa, 25 mar. - (Adnkronos) - Tornano in libertà Massimiliano Camparini e Gilda Fontana che il 16 luglio 2010 prelevarono la figlia Anna Giulia di 5 anni mentre si trovava nella casa vacanza a Marina di Massa. La fuga finì il 28 luglio, quando genitori e bambina vennero fermati al confine con la Svizzera. Anna Giulia venne affidata a una tutrice, papà e mamma furono arrestati. "Sostenendo che i genitori di Anna Giulia hanno agito sull'onda di un particolare senso di ingiustizia subita e per il solo fine di poter stare un po' con la loro bambina, senza alcuna effettiva intenzione di sottrarre per sempre la bambina al controllo pubblico ma - afferma l'avvocato difensore Francesco Miraglia - per un gesto, invece, ai fini dimostrativi per attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla loro situazione, il Tribunale di Massa, accogliendo l'istanza e la tesi di questa difesa ha rimesso in libertà i genitori di Anna Giulia". "Proprio nel momento in cui i Giudici di Massa restituiscono ad una vita normale Gilda e Massimiliano - spiega il legale - il Tribunale dei Minori di Bologna nella figura del Presidente Millo e G. Salvatore, con una procedura così grave da non avere precedenti in Italia ha anticipato con un decreto provvisorio la contestatissima superficiale e già ricusata consulenza tecnica d'ufficio della dott.ssa Sgarbi, che in 10 mesi si e' praticamente rifiutata, condizionata da un tutore-matrigna, di fare incontrare Anna Giulia con i suoi genitori, inviando una parziale relazione ai giudici". "Ad ogni modo i genitori di Anna Giulia domani stesso - annuncia l'avvocato - si recheranno in Questura per denunciare prima di tutto l'avv. Tazzari in quanto solo due anni fa rappresentava Camparini in un altro procedimento, oggi
-protagonista contro- e l'Avv. Tagliati per i gravi comportamenti a danno sia di Anna Giulia che della sua famiglia". "Per quanto riguarda, invece, il Presidente Millo e il G. Salvatore, il sottoscritto e il Prof. Valgimigli - spiega Miraglia - intraprenderanno un percorso urgente presso il Ministero di Grazia e Giustizia, Csm, Consiglio giudiziario e Procura Generale che hanno il compito specifico di controllare e valutare l'operato dei magistrati. Per quanto riguarda la CTU per le gravi mancanze, pregiudizio, superficialità e pressapochismo con relativo danno ad Anna Giulia si provvederà ad informare il consiglio dell'Ordine degli Psicologi Regionali e Nazionali". "Tuttavia, i genitori di Anna Giulia, il sottoscritto e il prof. Valgimigli, nei primi giorni della prossima settimana aggiorneranno l'opinione pubblica attraverso una conferenza stampa in merito", conclude il legale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl