Ancora si ledono i diritti di difesa e umani degli appartenenti alle forze dell'ordine

14/mag/2011 20.04.42 Associazione nazionale Interforze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Caso Aldrovandi a Prima Difesa: “vergognatevi!”


 Simona Cenni, Presidente dell’associazione Prima Difesa, Associazione nata nel 2009 per difendere i diritti di chi indossa una divisa, che con i propri legali, avv. Eugenio Pini ed avv. Costantino Cardiello difensori in appello di due dei quattro poliziotti (rispettivamente Monica Segatto e Luca Pollastri), si sta occupando del caso Aldrovandi.

Nella giornata di ieri l’Associazione ha espresso solidarietà ai poliziotti coinvolti nel caso Aldrovandi e, in generale, a tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine coinvolte, nell’adempimento del proprio dovere, in casi giudiziari.

Però, per il solo fatto di aver inviato un messaggio di solidarietà alle Forze dell’Ordine la madre di Aldrovandi, Patrizia Moretti, ha postato nei nostri confronti un perentorio “vergognatevi!”

Sembra proprio che agli appartenenti alle Forze dell’Ordine non sia consentito avere un’Associazione che li tuteli e che li sorregga nei momenti difficili.






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl