Verona - Mostra al Palazzo della Gran Guardia, "Psichiatria: la verità sugli abusi"

25/giu/2011 12.02.32 CCDU onlus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
  La città di Verona sta ospitando la mostra, “Psichiatria: la verità sugli abusi” presso il dorico Palazzo della Gran Guardia dal 19 al 30 Giugno 2011. La mostra, a ingresso libero potrà essere visitata dalla cittadinanza dalle 10 alle ore 21 di tutti i giorni. “Psichiatri e psicologi, come Sigmund Freud, hanno fallito nel capire e nel curare le cause della malattia mentale. La storia della psichiatria è caratterizzata dall'abbondanza di applicazioni sperimentali brutali, che nessuno oserebbe chiamare trattamenti." (Thomas Szasz, Professore Emerito di Psichiatria, 1994).
   
   Questa frase potrebbe essere la migliore presentazione per la mostra. Ogni giorno sono commessi crimini dalla psichiatria. Recentissimo in Italia il caso di uno psichiatra di Codogno accusato di violenza sessuale sulle sue pazienti o, con processo in corso, il caso della morte di Franco Mastrogiovanni a Vallo della Lucania dopo cinque giorni di contenzione in un letto del reparto psichiatrico dell’ospedale S. Luca.
   
   Sono molte decine di migliaia le persone che nel corso degli ultimi otto anni hanno potuto vedere i settantacinque pannelli fotografici e i quattordici documentari che ripercorrono le brutalità della psichiatria dalle sue origini ai giorni nostri e che hanno ringraziato il comitato per il servizio reso.
   
  La psichiatria però si sta spingendo sempre più in là. Oggi osserviamo un’ingiustificata e incomprensibile strategia attuata sui bambini, anche di un anno, cui sono diagnosticate malattie mentali che non hanno nessun fondamento scientifico. L’unico risultato di questa strategia è che oggi abbiamo venti milioni di bambini nel mondo che assumono pericolosi psicofarmaci che potenzialmente possono indurre al suicidio e omicidio.
  
   Anche nella nostra città di Verona si verificano violazioni dei diritti umani di cui pochi sono a conoscenza e che purtroppo causano molte sofferenze alle persone più indifese, le persone con disagi psichici e i bambini. Il dott. Moustapha Wagne Coordinatore dei migranti di Verona ci ha raccontato la toccante testimonianza di una mamma a cui hanno sottratto i figli e ci ha parlato di ben sei casi di genitori a cui sono stati sottratti i figli con motivazioni questionabili. Tramite valutazioni soggettive ed opinabili, psicologi, psichiatri e assistenti sociali spesso inducono il Tribunale dei minori a prendere provvedimenti drastici e drammatici, sottraendo i figli alla famiglia. Questo è un problema a livello nazionale ma Verona non ne è immune.
           
   Il cittadino veronese ha un’occasione unica per raccogliere queste informazioni e farsi un’ idea personale su quanto il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani denuncia da decenni. La cittadinanza è invitata a visitare la mostra.
 
Valerio Faccio
Sezione di Verona
Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus
Tel. 0422609938
Email ccdu.verona@gmail.com
www.ccdu.org



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl