Fondazione ISAL protagonista nella ricerca e nella cura del dolore

29/set/2011 18.15.11 Clara Garcovich Events and Public Relations Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Si è svolto mercoledì 28 settembre, presso la Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati, il Forum Internazionale sulla ricerca e la cura del dolore promosso da Fondazione ISAL in collaborazione con O.N.P.S. e Federdolore. Un evento di sicuro interesse scientifico e sociale quello che si è svolto mercoledì 28 settembre a Roma, che ha toccato temi quanto mai attuali e contingenti in un momento in cui la nostra nazione si barcamena tra pressanti difficoltà. Promosso ed organizzato da Fondazione ISAL, l’ente che dal 1993 sostiene con determinazione e capillarità la conoscenza, la ricerca e la formazione nell'ambito della terapia del dolore, da Federdolore e da O.N.P.S., l’Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza, il Forum si è aperto con l’Inno Nazionale per onorare il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, tra le cui celebrazioni è stato inserito, ed è proseguito con importanti riflessioni sulla ricerca facendo il punto sullo stato dell’arte della Legge n. 38 del 15 marzo 2010, che garantisce l’accesso alle cure palliative. A tal proposito interessanti gli interventi del sen. Ignazio Marino e del dott. Marco Spizzichino, Dirigente del Ministero della Salute, che hanno lanciato un messaggio comune e positivo su una legge ancora poco conosciuta ed applicata che può però godere di finanziamenti spesso non sfruttati. Per la sensibilità delle tematiche trattate, il Forum è stato insignito di una medaglia di rappresentanza conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Di grande spessore umano gli interventi dei ricercatori che operano nell’ambito della terapia del dolore e che, per mancanza di attenzione alla ricerca e per antichi problemi di baronato nella nostra nazione, sono stati e sono costretti a vivere all’estero per potersi esprimere ed affrancarsi professionalmente. Una fuga che, nel corso degli anni, ha cambiato sembianze passando dalle braccia degli operai ai cervelli dei ricercatori - definita giustamente l’emigrazione del 3° millennio - ma che oggi come ieri esprime un disagio nel riuscire ad affermarsi nella propria terra. Molti altri i relatori che si sono avvicendati sul palco, tra cui il dott. Francesco Carri, Presidente di ICCREA Banca, che ha posto l’accento sulla collaborazione che dall’aprile 2011 vede protagoniste CartaBCC e Fondazione ISAL, quale significativo esempio di sostegno sociale.

Leit motiv della manifestazione l’impegno della Fondazione ISAL che sta cercando da sempre, e non con poca difficoltà, di dare un’evidenza scientifica ad una patologia ancora sommersa. Un lavoro quotidiano di preparazione degli specialisti in terapia antalgica. Gli stessi che hanno portato la loro testimonianza al Forum e ribadito, caso mai fosse necessario, quanto siano vitali la formazione e la ricerca. E’ l’anima della scommessa lanciata da ISAL due anni fa con il Progetto “Cento Città” che ha creato un network di eccellenze con l’obiettivo di combattere il dolore e ridare il sorriso alle persone. Un progetto ambizioso che ha già ottenuto molti risultati di rilievo e che toccherà punte d’eccellenza con la “Giornata Nazionale contro il dolore” in programma il 16 ottobre nelle principali piazze delle 31 città che, fino ad oggi, hanno aderito al progetto.

Molti gli sponsor che hanno sostenuto Fondazione ISAL in questo suo cammino tra cui spiccano i nomi di Melinda, il Consorzio della Val di Non che produce le uniche mele DOP d’Italia, impegnato nella divulgazione di informazioni sulla corretta alimentazione e sul benessere delle persone, e CartaBCC, il brand delle carte di credito emesse da Iccrea Banca (l’Istituto Centrale del Credito Cooperativo), che ha attivato nell’aprile di quest’anno un numero verde specialistico sulla cura del dolore, dedicato a tutti i titolari di CartaBCC. A seguire, tra i sostenitori, il ringraziamento va anche a GVM Care&Research, St. Jude Medical e Grünenthal. Tra i premi che relatori e ricercatori hanno ricevuto in dono da Fondazione ISAL, quello che riassume più di tutti lo spirito dell’evento è senza dubbio una pergamena autografata dal poeta Tonino Guerra con questa sua delicata citazione: “Il dolore è una farfalla nera che riacquista i colori con la bontà”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl