Tanti fili uniti per la pace

Di recente in Umbria è nato un progetto molto interessante dedicato alle donne che vivono in situazioni di guerra.

Luoghi Medio Oriente, Umbria, Afghanistan, Foligno, Valtopina
Argomenti commercio, tessuti, ricamo, industria tessile

07/ott/2011 16.20.30 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Di recente in Umbria è nato un progetto molto interessante dedicato alle donne che vivono in situazioni di guerra. L'iniziativa, intitolata “Un filo per la pace”, è nata dalla collaborazione di diverse istituzioni ed associazioni di Foligno e Valtopina, raccoglie i lavori di artigianato tessile e ricamo realizzati da donne israeliane e palestinesi. Queste opere nascono dalla volontà di avviare un processo di dialogo all'interno del conflitto in Medio Oriente, nell'intento di realizzare un incontro costruttivo tra le culture di questi Paesi. Alcune di queste donne sono impegnate quotidianamente nella costruzione della pace, cercando di mettere da parte le differenze ideologiche, culturali e religiose che sono alla base di questi conflitti. Storie diverse che s'intrecciano come in un ricamo, creando una trama che trasforma il filo in un linguaggio universale, dove s'incontrano creatività, innovazione e tradizione. Durante la mostra si potranno ammirare le opere di ricamatrici, tessitori, merlettaie, provenienti da ogni parte del mondo. Volete vedere da vicino tessuti pregiati arricchiti da strass swarovski? Oppure siete appassionati di quilting e patchwork? Che voi siate esperti in materia o semplicemente curiosi, potrete ammirare questi lavori in uno spazio esclusivo, curato appositamente per la manifestazione. Infine, per rimanere nel sociale, verrà allestita una mostra intitolata “Calpesta la guerra”, realizzata con l'esposizione dei “tappeti di guerra” afgani, nati come simbolo di protesta dopo l'occupazione sovietica in Afghanistan ed utilizzati per lo sfruttamento dei bambini. Inoltre saranno esposti prodotti tessili realizzati dalle donne afghane, per sensibilizzare la difficile condizione in cui lavorano e migliorarne le loro capacità professionali.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl