Antiplagio denuncia razzismo e maltrattamenti a Bellinzago (Mi) scuola media

17/gen/2006 17.56.00 antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TELEFONO ANTIPLAGIO 338.8385999 - Comitato italiano di volontariato in difesa
delle vittime di ciarlatani e santoni e contro gli abusi nelle telecomunicazioni
e nei confronti dei minori (dal 1994)
Alla c.a. UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE LOMBARDIA - Milano
TRIBUNALE PER I MINORENNI - Milano
MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, nelle persone dei Sottosegretari on.li: Valentina
Aprea, Guido Possa, Maria Grazia Siliquini - Roma

Vi informiamo che ci e' giunta segnalazione che un'insegnante di due classi
seconde della scuola media statale ''Einstein'' di Bellinzago Lombardo (Mi),
sarebbe solita rivolgersi ad alunni di famiglie meridionali in maniera aggressiva
e offensiva ed in varie occasioni li avrebbe apostrofati come ''terroni''
e' ritenuti responsabili dello scarso livello culturale delle scolaresche.
Lo stesso atteggiamento sarebbe stato manifestato nei confronti di uno studente
albanese.
In particolare ci e' stato segnalato che in data 20/10 u.s. un'alunna di
origine calabrese - dopo aver soccorso un'amica che non stava bene - al rientro
in aula sarebbe stata violentemente insultata dalla professoressa in questione.
La ragazza, a seguito di cio', ha avvertito un forte dolore al petto e, piangendo,
ha chiesto di uscire per chiamare il padre e la madre. Successivamente la
stessa alunna sarebbe stata rimproverata e aggredita piu' volte dalla medesima
insegnante, dopo che i genitori hanno ritenuto di protestare per via gerarchica
contro i suoi metodi e sottoscritto un esposto alla dirigente scolastica.
Quest'ultima avrebbe affermato di essere in possesso, da 3 anni, di un plico
riguardante la professoressa in oggetto, ma di avere le mani legate a causa
della reticenza dei genitori.
Nei giorni successivi l?insegnante si sarebbe accanita anche con altri ragazzi,
sempre di origini meridionali e/o albanesi. In una circostanza avrebbe pronunciato
le seguenti parole: ''Si alzino in piedi tutti i terroni''. Una volta alzatisi,
avrebbe aggiunto: ''Ecco perche' e' una classe di m...''.
Nonostante questi ed altri episodi della stessa gravita' e nonostante le
proteste di vari genitori, la situazione non sarebbe mai cambiata: alcune
famiglie starebbero pensando di ritirare i figli da scuola. Nei giorni successivi
agli ultimi avvenimenti, la professoressa si sarebbe assentata per malattia.

Il nostro comitato di volontariato ha pensato di rivolgersi ai Vostri autorevoli
Uffici affinche' vengano riscontrati i fatti esposti, sia a tutela dell'istituzione
scolastica che a difesa dei giovani alunni coinvolti: i quali stanno attraversando
un periodo molto importante dell'anno scolastico e molto delicato per il
loro percorso formativo. E poiche' tutti hanno il diritto di studiare in
un ambiente dove vengano garantite pari opportunita' e dove non esistano
discriminazioni tra nord e sud, Vi chiediamo di intervenire con urgenza,
onde accertare eventuali responsabilita' e valutare se si e' venuta a creare
una situazione di incompatibilita' ambientale.
Telefono Antiplagio 338.8385999
http://www.antiplagio.org - http://www.antiplagio.it
Prof. Giovanni Panunzio, coord. naz.
12/01/06

Approfondimento del 17/01/06: http://www.lamartesana.it/article/articleview/10208/1/1/

_________________________________________________________________
TISCALI ADSL Web&Mail
Solo con Tiscali Adsl navighi e telefoni senza canone Telecom a partire da
14,95 Euro/mese. Attivala subito!
Per te 500 MB inclusi per navigare, inviare e ricevere messaggi e-mail, foto
ed mp3.
http://abbonati.tiscali.it/adsl/sa/2wam_tc/




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl