Antiplagio comunica: lottomanzi?ÿ?UTF-8?Q?a e maghi, non è cambiato nulla

16/feb/2006 17.34.00 antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
IL LIMITE DI 15 EURO PER I SERVIZI TELEFONCI A SOVRAPPREZZO E' SOLO UN
PALLIATIVO
(a.c.) Secondo quanto reso noto nella giornata di ieri il Ministro
delle Comunicazioni, Mario Landolfi, giunge il regolamento che
disciplina la difficile materia dei servizi telefonici "a
sovrapprezzo", che offrono tanto il parere di maghi e cartomanti,
quanto numeri vincenti per il Lotto ed oroscopi. D'ora in poi, se la
telefonata "a valore aggiunto" supererà i 15 euro, questo "dovrà essere
comunicato durante la chiamata e il pagamento non potrà avvenire
attraverso la bolletta ma sotto altre forme, per esempio con un conto
corrente postale." Le regole entrate in vigore si riferisco ai servizi
di carattere sociale-informativo, di assistenza e consulenza tecnico-
professionale e per i tutti i servizi di intrattenimento, includendo,
tra l'altro, i servizi di massa (il televoto). Secondo quanto rende
noto il Ministero delle Comunicazioni, Landolfi, rispondendo alle
critiche sollevate dalle associazioni dei consumatori sulle
"superbollette", ha dichiarato che ''Il tetto massimo per ciascuna
chiamata costituisce la più chiara tutela per i consumatori unita
all'esigenza dello sviluppo del mercato e delle nuove tecnologie''.
Il Ministero, ha affermato inoltre che non sono stati trascurati "i
rilievi ed i suggerimenti pervenuti dalle associazioni dei
consumatori'' ed ha messo in evidenza "che dopo dieci anni c'è un
decreto che prevede una serie di nuovi obblighi a carico degli
operatori di rete, dei titolari di numerazioni e dei centri servizi
(presentazione del messaggio, informazioni sul costo chiamata, consenso
espresso dell'utente, codice pin per i telefoni incustoditi). Queste
misure rendono gli utenti italiani tra i più tutelati in Europa''.

GIOCHI E TLC-LANNUTTI (PRES. ADUSBEF): “INTERVENTI POCO INCISIVI ED IN
RITARDO DA PARTE DELLE AUTORITA’ COMPETENTI"
(a.c.) La posizione dell’Adusbef (As. Dif. Utenti Serv. Bancari,
Finanziari, Postali e Assicurativi) in merito alle “superbollette”
generate da servizi telefonici a sovrapprezzo, è racchiusa nelle
dichiarazioni che il Presidente Elio Lannutti ha rilasciato ad
Agipronews: “Non siamo affatto soddisfatti dei limiti alle tariffe per
i servizi a sovrapprezzo che il regolamento del Ministero delle
Comunicazioni ha stabilito. Quello che dobbiamo sottolineare è che le
autorità competenti in materia arrivano sempre con troppo ritardo, e
con interventi poco incisivi.”
Netta è la posizione di Lannutti, che ricopre tra l’altro la carica di
Presidente di “Intesa Consumatori”: “Ogni anno, per questi servizi non
richiesti, milioni di persone si trovano a dover pagare bollette
incredibili: troppo spesso si pensa al bene imprese, un po’ meno al
bene dei cittadini”.
In merito alla vendita di servizi telefonici di “Lottomanzia”,
Lannutti ha così concluso: “Il vero nodo giuridico da sciogliere rimane
la possibilità di far scegliere liberamente agli utenti di abilitare o
meno, il proprio telefono a questi servizi. Circa dieci anni fa, fu la
stessa ADUSBEF a combattere sul fronte degli “144”, riportando le
sentenze favorevoli prima del Tar e poi del Consiglio di Stato".

GIOCHI E TLC-PANUNZIO: “NEL SETTORE DEL LOTTO SIAMO AL DELIRIO:
PARLARE DI NUMERI PERSONALIZZATI E’ ASSURDO”
(a.c.) “Abbassare il limite massimo dell’importo delle telefonate per
i servizi telefonici con sovrapprezzo, non significa risolvere il
problema alla radice”. Questo è quanto dichiarato ad Agipronews da
Giovanni Panunzio, Responsabile Nazionale del “Telefono Antiplagio”,
comitato italiano di volontari che dal 1994 opera in difesa dei
cittadini (minori in particolare) caduti nelle maglie di “ciarlatani e
santoni”, ma che si occupa anche degli abusi nelle telecomunicazioni.
“Il regolamento stilato dal Ministro delle Telecomunicazioni, Mario
Landolfi, non tiene conto di molti fattori, primo fra tutti quello
della “dipendenza” a cui vanno incontro molte persone, giovani in
particolare. Se, come sembra ormai evidente, non si vuole evitare la
pubblicità di questi numeri a valore aggiunto che offrono anche servizi
di “lottomanzia”, almeno si faccia in modo che questi siano attivabili
solo su esplicita richiesta dell’utente, senza alcun automatismo.”
In merito alla questione relativa alla “vendita” di numeri del Lotto
personalizzati, il coordinatore del “Telefono antiplagio”, che opera da
Cagliari, dichiara apertamente che “Soprattutto nel settore del Lotto
siamo al delirio: parlare di numeri personalizzati è assurdo. I numeri
sono uguali per tutti: se si volesse essere più onesti, si dovrebbe
parlare semplicemente di casualità".
Pubblicato il 15 febbraio 2006 da www.agipronews.it




Tiscali ADSL 4 Mega Flat
Naviga senza limiti con l'unica Adsl a 4 Mega di velocità a soli 19,95 € al mese!
Attivala subito e hai GRATIS 2 MESI e l'ATTIVAZIONE.
http://abbonati.tiscali.it/adsl/sa/4flat_tc/


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl