CLOWNTERAPIA: L’incontro con un ragazzo autistico

16/mar/2006 13.44.43 zefferino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
di Zefferino Di Gioia - clown dottore Zerò

I clown che è dentro di noi, attraverso il naso rosso, cerca di portare un sorriso, di trasmettere lo spirito clown, (come la gioia, la libertà, il cuore bambino, la fantasia) nella modalità del servizio, del volontariato e della solidarietà.
Il clown che è dentro di noi è un bambino che utilizza la risata, quel linguaggio universale che accomuna gli essere umani, permettendo di aprirsi e di ritrovare.....nel gioco....quella “voglia” di ridere di sé, delle proprie disgrazie (che non mancano mai) senza essere sopraffatto “troppo seriamente” dalle vicissitudini della vita..
Il clown che è dentro di noi, accettando tutti i difetti e le insicurezze che ci fanno sembrare ridicoli, pasticcioni, comici, “impara” ad ascoltare l’universo-bambino che vive “spesso nascosto” nel forziere della vita di ognuno di noi, e cerca di scoprire come ridere della vita e di se stessi. Attraverso “la maschera” che sembra nascondergli il viso e quel naso rosso si svela, spargendo, con la propria autoironia, questo “dono”......il “saper ridere di sé”............tra la gente. In tal senso ponendosi al “centro del mondo” evidenzia, nella propria ignoranza e semplicità, tutte le incongruenze, ma anche la serenità e la comprensione ai “fatti della vita”, superando così tutti quei sentimenti negativi che fossilizzano l’animo umano e ti impediscono di.........ridere alla vita.
Il clown che è dentro di noi è portatore del caos, un senza regole, il diverso...sempre pronto a combinare pasticci....che si prende la libertà di fare ciò che vuole, che non perde la voglia di ballare della vita...uno. cento...mille volte....certo di non avere padroni, né nemici. E’ l’arcano numero zero, l’uomo che attraverso la sua metamorfosi sembra acquisire saggezza e perfino poteri magici.........tanto che il contatto, di quell’uomo “senza idee”, è “immediato” e rompe ogni barriera
Ed egli “quasi conscio” di questa sua incoscienza, attraverso i suoi atteggiamenti “seduttivi”, fa serpeggiare quell’idea, quell’atteggiamento “filosofico” verso la vita che porta a rimettere in discussione tutte quelle regole che sembravano fondamento del nostro vivere quotidiano , seminando il sospetto che non bisogna fermarsi alle apparenze, perché il mondo è diverso!! ed altri sono i valori essenziali dell’uomo.
Il clown che è dentro di noi è sempre pronto a giocare con la realtà, reinventandola, a porgerti un ombrello che “pur non impedendo la tempesta”, cerca di donare la “speranza ad avanzare meglio” lungo la strada della vita..
Il clown che è dentro di noi vuole essere l’aria fresca della vita che, attraverso il gioco, “spande” l’anestetico naturale che distrae la mente dal dolore, dona allegria, dando sfogo alle ansie e alle frustrazioni, liberandoci dalla logica del pensiero che......donando amore........stranamente..........................non aspetta riconoscenza.

Zefferino - clown-dottore Zerò
clownzero_@libero.it




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl