CS_SUCCESSO PER LA TAVOLA ROTONDA FIABA SUL TOTAL QUALITY MANAGER

17/apr/2012 11:58:27 FIABA ONLUS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

 

                                              SUCCESSO PER LA PRIMA TAVOLA ROTONDA FIABA SUL TOTAL QUALITY MANAGER

 

Diffondere la cultura della Total Quality ed operare per formare una figura professionale multidisciplinare e complessa, come quella del Total Quality Manager, in grado di concepire l’accessibilità in modo globale e di farsi garante della qualità percepita da tutti i cittadini.

È questo il senso della Tavola Rotonda “Total Quality Management: per una cultura dell’accessibilità globale”, organizzata da FIABA, che si è tenuta ieri, lunedì 16 aprile 2012, presso il Senato della Repubblica nella Sala Capitolare presso il chiostro del convento di S. Maria Sopra Minerva e che ha visto la partecipazione anche di numerosi rappresentanti istituzionali tra cui  il Presidente del Gruppo PDL al Senato Sen. Maurizio Gasparri, il Vice Presidente della Provincia di Pescara Fabrizio Rapposelli in rappresentanza del Presidente Guerino Testa e l’Assessore al Bilancio del Comune di Pescara Eugenio Seccia in rappresentanza del Sindaco Luigi Albore Mascia. Questi ultimi, in particolare, hanno ricordato l’attività svolta con FIABA a favore della Total Quality, attraverso la Cabina di regia.

 

Ad aprire il dibattito, il Presidente di FIABA Giuseppe Trieste che ha presentato la figura del Total Quality Manager, un tecnico esperto di Qualità Totale, in grado di interpretare il corretto management presso gli enti pubblici e privati e di effettuare scelte ed iniziative che conducano ad una progettazione ad accessibilità e fruibilità globale per tutti, da proporre in alternativa a quella del Disability Manager. Si è poi passati alle relazioni tecniche.

 

Prof. Arch. Roberto Palumbo (Presidente della Società Italiana della Tecnologia dell’Architettura): “Le nostre città sono un fattore strategico per la crescita e la competitività del nostro Paese. Una Qualità diffusa della vita si può ottenere, pertanto, valorizzando il  territorio, la qualità delle relazioni, l’accessibilità degli impianti e creando integrazione sociale attraverso la riqualificazione del costruito, che permette alle città di crescere su sé stesse, riducendo il consumo di suolo”.

 

Prof. Arch. Michele Di Sivo (Facoltà di Architettura di Pescara): “Oggi l’obiettivo è la piena godibilità dell’ambiente costruito da parte di tutti i cittadini che si può perseguire con progetti mirati al miglioramento e controllo della qualità e la fruibilità dell’ambiente costruito da parte, in particolare,di categorie di utenza limite. Il mutevole quadro esigenziale  ha favorito lo sviluppo di filosofie progettuali che hanno trovato un riscontro normativo, invitandoci ad accantonare un approccio incentrato sull’abbattimento delle barriere architettoniche per una nuova cultura della costruzione della qualità”.

 

Geom. Marco D’Alesio (Presidente del Collegio Provinciale di Roma dei Geometri e dei Geometri Laureati ) ha presentato l’iniziativa pilota realizzata in collaborazione dal Collegio stesso in collaborazione con FIABA, il Municipio XII di Roma, l’Istituto Tecnico romano per Geometri “Leon Battisti Alberti”, che vede gli studenti impegnati nella stesura di progetto di abbattimento delle barriere architettoniche in un tratto della viabilità pubblica del Municipio 12 di Roma Capitale, proprio quello in cui ha sede l’istituto scolastico.

 

 


Arch. Walter Paolo Di Paola (Esperto FIABA e coordinatore Via Francigena del Sud): “Tutti sentiamo il bisogno di migliorare la nostra qualità di vita, che fondamentalmente può sintetizzarsi nella conquista culturale di avere più tempo libero, senza sentirsi diversi o discriminati per qualsiasi ragione. Per ottenerlo è necessario avere maggiore efficienza nei servizi, nella fruibilità e accessibilità degli spazi, nell’uso semplificato degli strumenti. Nessuno dovrà incontrare difficoltà in ogni momento e per qualunque uso o servizio: se sarà assolta questa condizione chiunque, anche chi ha disabilità più o meno gravi, vedrà ogni difficoltà automaticamente risolta e percepirà migliorata la sua qualità di vita”.

 

Ing. Alessandro D’Armini (Esperto Sistemi di Trasporto e Mobilità):  “Nel settore dei trasporti difatti  esistono ancora tutta una serie di  importanti barriere. In altre parole la questione della mobilità  necessita di  una nuova visione culturale : deve essere garantita a tutti e ciò dovrà avvenire per gli anni futuri attraverso una accessibilità totale, senza distinzione; per tutti sarà indispensabile pensare di mettere in atto misure , strumenti e dispositivi adatti ad una sempre migliore mobilità integrata e sostenibile. Le istituzioni nazionali, gli enti locali, le organizzazioni di persone con disabilità, tutti coloro che fanno attività professionale ecc, dovranno sempre più sensibilizzare tutti noi cittadini promuovendo una “nuova cultura educativa” impostata  sul concetto di: muoversi meglio,  muoversi prima , muoversi tutti, con intelligenza e con facilità , nel rispetto dell’ambiente ed in sicurezza”.

 

 

Foto e video dell’evento

Clicca qui

 

Comunicato Stampa n.8/2012 Ddm

Roma,  17 Aprile 2012

 

 

 

UFFICIO STAMPA FIABA

Piazzale degli Archivi n. 41 - 00144 Roma

Tel 06 43400800 Fax 06 43400899

ufficiostampa@fiaba.org

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl