Amministratore di sostegno. Garantire autonomia nonostante la fragilità

12/mag/2012 00.23.15 SUPERInsieme Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’associazione “il Tamburo Onlus”, in collaborazione con SuperInsieme (Reti per il sostegno al disagio psicosociale), allo scopo di conoscere meglio l’istituto di protezione dell’Amministrazione di sostegno e garantirne la corretta attuazione per i cittadini

 

invita

i cittadini, le istituzioni, la stampa e le organizzazioni del terzo settore al tavolo di approfondimento

 

AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

GARANTIRE AUTONOMIA NONOSTANTE LA FRAGILITA'

 

17 maggio 2012 – ore 16:00

Biblioteca Comunale “Paolo Angelani” (Monterotondo) 

 

 

L’Amministratore di sostegno è una figura di appoggio e di protezione socio-assistenziale, espressamente prevista dalla legge.

Si tratta di un istituto giuridico entrato per la prima volta nell’ordinamento italiano con la legge n. 6 del 9 gennaio 2004, per “tutelare, con la minore limitazione possibile della capacità di agire, le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell’espletamento delle funzioni di vita quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente”.

 

Si rivolge a tutti coloro che presentano aspetti di vulnerabilità e fragilità nel confronto con la società e si propone come risposta generale e normale ai problemi di disagio e debolezza individuale. La persona che, per effetto di un’infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, può infatti essere assistita da un Amministratore di Sostegno, nominato dal giudice tutelare. A differenza dell'interdizione, l'amministrazione di sostegno non prevede l'amputazione indiscriminata delle facoltà e delle libertà della persona, ma un intervento mirato e calibrato sulle effettive esigenze del soggetto debole.

 

La legge suggerisce alla comunità del volontariato e dell'associazionismo un nuovo ruolo, molto attivo e responsabilizzante, di trait d'union tra il singolo e il settore pubblico. Stimola il sistema di servizi ad una coerente e sinergica risposta personalizzata ai bisogni dell'individuo.

 

Parteciperanno come relatori:

·       Avv. Federico Pernazza – Amministratore di Sostegno – “Il punto di vista legale”

·       Dott. Renato Papini – Genitore – “Il punto di vista delle famiglie”

·       dott.ssa Silvia Montefrancesco – Assistente Sociale – “Il punto di vista delle Istituzioni”

·       Avv. Salvatore Nocera – vice Presidente FISH – “L’iter di costruzione della legge”

·       coordina il tavolo: Dott.ssa Lucia Giammarinaro

 

Ampio spazio sarà lasciato alle domande e agli interventi della platea, con il proposito di mettersi in ascolto delle esigenze e domande dei cittadini.

 

Per info e contatti: www.superinsieme.org; cell: 345 041 86 56; info@superinsieme.org

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl