EMERGENZA SUD SUDAN - A MINGKAMAN DIARREA, MALNUTRIZIONE E FERITE DA ARMA DA FUOCO

Allegati

13/gen/2014 17.11.08 CCM Comitato Collaborazione Medica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CCM – COMITATO COLLABORAZIONE MEDICA

 

DIARREA, MALNUTRIZIONE, FERITE DA ARMA DA FUOCO

LE EMERGENZE A MINGKAMAN, STATO DEI LAGHI – SUD SUDAN

13 gennaio ’14

 

Da Mingkaman, Stato dei Laghi - Sud Sudan, ci scrive John Paul Walwasa, 35 anni ugandese, operatore sanitario del CCM. 

 

“Dal 16 dicembre 2013 al 9 gennaio 2014, nel Centro di salute di Mingkaman gestito dal CCM abbiamo effettuato 641 visite ambulatoriali. Di queste, 369 sono  state fatte a bambini sotto i 5 anni. Un numero di visite in aumento rispetto ai mesi scorsi in particolare per quanto riguarda gli under 5.

 

Fra questi bambini, il dato più allarmante riguarda le infezioni intestinali: da una media mensile che si attestava attorno ai 60 casi si è passati ai 254 registrati in queste tre settimane.

Infatti dei 369 bimbi sotto i 5 anni arrivati al Centro di salute di Mingkaman, ben il 65% era lì a causa della diarrea. 10 erano casi con grave disidratazione e 18  con un livello di disidratazione moderata.

Purtroppo in queste tre settimane i decessi segnalati sono stati 9.

 

E’ grave la situazione anche per quanto riguarda la malnutrizione: il numero di persone, in particolare di bambini sotto i 5 anni, con malnutrizione anche severa è elevato. I casi registrati in soli due giorni, l’8 e il 9 gennaio, sono stati così numerosi che abbiamo deciso di istituire immediatamente un centro per monitorare e curare i pazienti più a rischio.

 

Tra gli adulti, numerosi i casi di traumi e fratture.  27 le persone visitate per ferite da arma da fuoco. Al Centro di salute di Mingkaman il primo caso di arma da fuoco è stato registrato il 19 dicembre 2013. Il 2014 è poi iniziato con un dato allarmante: solo nel primo giorno dell’anno sono stati ben 9 i pazienti visitati e curati per ferite di arma da fuoco, la maggior parte dei quali sono stati riferiti all’ospedale di Yirol dove è presente CUAMM. 

 

Di cosa c’è bisogno? Di tante cose ma in particolare di più personale, soprattutto infermieri, per dare una risposta il più possibile pronta ed efficace a queste tre emergenze: diarrea, malnutrizione, ferite da arma da fuoco.”

 

Il CCM è presente in Sud Sudan dal 1983. Nel complesso in Sud Sudan il CCM gestisce, oltre ad attività di medicina territoriale, una rete di strutture sanitarie di diverso livello, comprendenti vari ospedali, centri e unità di salute primaria, con particolare attenzione alla salute di donne e bambini. Le zone interessate dall’emergenza sono quelle dove il prof. Pino Meo, cofondatore del CCM mancato circa un anno fa, ha trascorso lunghi periodi della propria vita per aiutare la popolazione locale.

Per sostenere le attività del CCM a favore della popolazione del Sud Sudan: C/C POSTALE N. 13404108 oppure C/C bancario IBAN IT 82 O Ø3359 Ø16ØØ 1ØØØØØØØ 1735 c/o Banca Prossima, causale Emergenza Sud Sudan, intestato a CCM – Comitato Collaborazione Medica.

 

 

 

Silvia Trentini

Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa

 

CCM - Comitato Collaborazione Medica

Via Ciriè 32/e – 10152 Torino

www.ccm-italia.org

F   +39 011 6602793

M +39 347 3112799

skype sitrentini

 

ScaricaEbook firma

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl