UNIONI CIVILI, APPELLO DI RETE ARCIGAY GIOVANI AI GIOVANI DEL PD: "CAMBIATE IL PAESE INSIEME A NOI"

24/feb/2016 12.06.08 Arcigay Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UNIONI CIVILI, APPELLO DI RETE  ARCIGAY GIOVANI  AI GIOVANI DEL PD: "CAMBIATE IL PAESE INSIEME A NOI"

Roma, 24 febbraio 2016 - Nell'ambito del dibattito sulle unioni civili, i giovani e le giovani di Arcigay rivolgono il loro appello ai giovani del PD "come interlocutori paritari - spiegano -, come nuova generazione che dedica se stessa e i suoi sforzi al cambiamento, al raggiungimento di un’Italia giusta, che riconosca l’uguaglianza di diritti e che prometta alle sue cittadine e ai suoi cittadini le stesse possibilità. Noi, come voi, siamo il futuro: un futuro che è già presente, che affonda le sue radici nell’oggi e che possiamo, insieme, cambiare in meglio. Un Paese che potrà essere, un giorno, contro ogni forma di discriminazione, che potrà difendere e diffondere valori come l’uguaglianza, l’antifascismo, l’antirazzismo, la laicità e la lotta all’omotransfobia. Quanto sta accadendo ci riguarda tutti - sottolineano gli attivisti della Rete Giovani Arcigay - nessuno escluso, perché questa battaglia la stiamo combattendo non solo come comunità, non solo come generazione, ma come partecipanti ad una società che ci impone doveri e ci priva di diritti. La stiamo combattendo contro delle persone che affermano dei principi di odio, e con persone che non hanno il coraggio di fare un passo verso la piena uguaglianza, rischiando di distruggere anche quel primo, piccolo passo verso la parità di diritti, quel compromesso già al ribasso sulle vite di migliaia di cittadini, su quelle di migliaia di bambini. Un coraggio che non è stato dimostrato dai vostri parlamentari, e che con forza vi chiediamo di pretendere. Vi chiediamo quindi di dare un segnale forte, in questo momento che è già storico, al vostro partito, perché la democrazia e l'uguaglianza sono valori, siamo sicuri, che ci uniscono e non ci dividono. Noi possiamo fare molto con la nostra capacità e con la nostra forza: possiamo creare una società lontana dalle ruggini del passato, dai giochi di potere fatti cedendo diritti umani, sulla pelle del popolo, trincerati all’interno delle numerologie e della conquista del miglior bacino elettorale. Possiamo essere uniti nella partecipazione democratica per l’uguaglianza. Possiamo superare gli ostacoli con la cultura. Una nuova cultura che cambi la società e soprattutto la politica, che dovrebbe rifletterla, e non ostruirla. I valori della Costituzione sono prima di tutto i nostri. Valori in cui crediamo e su cui vogliamo costruire un nuovo Paese, più giusto, senza persone e famiglie di serie A e di serie B. Quando un giorno ci guarderemo alle spalle, ricordando questo periodo storico come abbiamo già fatto con i più grandi momenti di cambiamento del passato, cosa diremo a chi ci chiederà dove eravamo oggi?".



--
Ufficio stampa Arcigay - Vincenzo Branà (348.6839779)


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl