Telefono Antiplagio news: ultima cena, nessun mistero

26/lug/2007 04.00.00 antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TELEFONO ANTIPLAGIO 3388385999 - COMUNICATO STAMPA
La notizia diffusa il 25 luglio, secondo cui il cenacolo di Leonardo
stampato a specchio e sovrapposto a se stesso rivelerebbe nuovi
elementi e nuovi personaggi, e' priva di fondamento. Si tratta in
realta' di coincidenze che possono essere cercate e trovate anche in
altre opere di altri autori.
Il fondatore di Telefono Antiplagio, Giovanni Panunzio, insegnante di
religione, ha esaminato, per esempio, l'ultima cena di Teramo Piaggio,
un affresco conservato a Chiavari, nel santuario di Nostra Signora
delle Grazie, e dipinto nel 1540. Seguendo lo stesso procedimento di
Slavisa Pesci (l'informatico di Mantova che ha analizzato il cenacolo
di Leonardo), dalla nuova immagine dell'ultima cena di Piaggio emergono
particolari curiosi che chiunque puo' cogliere.
1) Anche qui la veste di Gesu' diventa completamente rossa, ma nel suo
petto compare una grande M, iniziale del nome di Maria o della
Maddalena.
2) La sovrapposizione della finestra e del paesaggio con le colline,
sopra la testa di Cristo, compongono una croce rovesciata che ricorda
la crocifissione di san Pietro: e' composta, nel braccio verticale, da
una crux simplex o palo e, nel braccio orizzontale, da un'asse
templare.
3) Tutti gli oggetti e i cibi sulla tavola sono perfettamente
simmetrici.
4) Sul capo di Giovanni, alla destra di Gesu', compare un'aureola che
non esiste nel dipinto originario e che il quarto evangelista e'
l'unico ad avere: Giovanni fu l'unico apostolo, infatti, a fermarsi ai
piedi della croce.
5) Alla sinistra di Cristo si nota un volto di donna nascosto dietro
gli apostoli: potrebbe essere la Maddalena.
6) Nell'affresco originario sono presenti 12 apostoli, in quello
sovrapposto se ne contano 11, piu' uno che ha le sembianze di Gesu'
bambino.
7) Nella seconda immagine i profili alle spalle dei personaggi sono
ombre, ma anche fantasmi, a significare paure e sensi di colpa.
8) Nell'immagine originaria Cristo ha gli occhi semichiusi, nella
seconda sono spalancati.
9) Gesu' ha un copricapo che nella copia sovrapposta evidenzia un
calice di luce.
10) Il nodo della tunica di san Pietro, nella seconda immagine diventa
la seconda mano di Giuda che tenta di allontanare Pietro da Cristo.
In pratica le due versioni dell'affresco sembrano affrontare due
momenti diversi: il primo coglie la spiritualita' della scena, la
versione sovrapposta rappresenta invece il tradimento di Giuda e la
consapevolezza di Gesu' Cristo.
E' evidente a questo punto che, come per il cenacolo di Leonardo e il
Codice da Vinci, non siamo di fronte a misteriose coincidenze da
sovrapposizione casuale, ma a coincidenze casuali dovute ad una
sovrapposizione che di misterioso non ha proprio nulla.
UFFICIO STAMPA TELEFONO ANTIPLAGIO 3388385999
www.antiplagio.org
26 luglio 2007




____________________________________________________________
TISCALI TANDEM FLAT
Stacca Telecom: telefono e Adsl 10 MB a € 39.95.
GRATIS modem, attivazione e seconda linea telefonica!
http://abbonati.tiscali.it/adsl/prodotti/tc/tandemflat_tel/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl