Antiplagio vs Messaggero: Telefono Antiplagio non ha mai detto che in Umbria sono piu' di 200 i maghi, cartomanti e maestri dell'occulto regolari...

20/set/2007 15.49.00 antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Antiplagio contro Messaggero: Telefono Antiplagio non ha mai detto che
in Umbria sono piu' di 200 i maghi, cartomanti e maestri dell'occulto
regolari, ma solo che sono pubblicizzati.
IL MESSAGGERO Giovedi' 20 Settembre 2007
di UMBERTO MAIORCA
PERUGIA – Liberi dal malocchio e dalle fatture con una semplice
telefonata, ma il tranello e' dietro l'angolo, anzi dentro la busta con
la bolletta del telefono. Sono oltre cento all'anno gli umbri che si
fanno abbindolare da previsioni, consigli e suggerimenti di cartomanti,
maghi e santoni e che, poi, si rivolgono alla magistratura.
L'ultima vicenda giudiziaria riguarda una societa' e i suoi operatori
finiti davanti al giudice perche' il sistema telefonico utilizzato e'
ritenuto truffaldino. L'utente, infatti, alzava la cornetta e componeva
il numero a tariffazione speciale. La legge prevede che il messaggio
informativo sui costi del servizio non possa superare i 20 secondi e
che sia gratuito. Ma secondo la denuncia presentata da decine di utenti
non era cosi'. Non solo venivano conteggiati i secondi di attesa
durante la riproduzione del messaggio, ma al termine dello stesso,
l'utente veniva invitato a chiudere la comunicazione e di richiamare.
Lo specchietto per le ''allodole'' era nell'offerta di un consulto da
tariffa ridotta.
In molti ci hanno creduto e hanno rifatto la telefonata. Ma dall'altra
parte non rispondeva l'operatore: ripartiva il disco con il messaggio
informativo. E gli scatti si susseguivano velocemente, con la bolletta
che diventava salatissima. La novita' del procedimento, inoltre, e'
dato da fatto che sotto processo non ci sono solo i titolari del
servizio di cartomanzia, ma anche gli operatori che rispondevano alle
telefonate, difesi dall'avvocato Franco Libori, e individuati sulla
base del nome ''occulto'' utilizzato per leggere le carte.
Sulla base delle ricerche fatte dalle associazioni dei consumatori,
che da anni lanciano grida d'allarme contro questi servizi, l'eta'
media delle vittime e' di 50 anni (il 60 per cento sono donne, uomini
40 per cento), con un titolo di studio variabile (35 per cento con la
licenza elementare, 45 per cento licenza media, 20 per cento diploma
e/o laurea). Le principali fonti di lavoro e guadagno degli ''operatori
dell’occulto'': linee audiotel e/o chat line, periodici del settore,
elenchi telefonici, televisione.
«I clienti non hanno piu' bisogno di bussare di sedersi al tavolino
per farsi leggere la mano - dicono al Telefono antiplagio - ci sono le
linee auditel o le chat line anche se i panni del mago sono indossati
da uno studente disoccupato o da una sfaccendata casalinga.
Affetto e protezione sono le richieste; mentre esercizio del mestiere
di ciarlatano, circonvenzione di incapace, truffa, estorsione, abuso
della credulita' popolare, minacce, violazione della privacy e
pubblicita' ingannevole sono gli illeciti piu' frequenti. Pero'
soltanto cinque persone su cento trovano il coraggio di denunciare,
perche' frenati dalla vergogna».
Televisione e Internet sono diventati, infatti, il mezzo privilegiato
per consulenze di cartomanti, fattucchiere e maghi piu' o meno
ridicoli. In Umbria, secondo i dati di Telefono antiplagio sono piu' di
200 i maghi, cartomanti e maestri dell'occulto regolari (Telefono
Antiplagio non lo ha mai detto - nda), ma altrettanti sono quelli che
con mezzi molto piu' modesti, quali il porta a porta, riescono a
raggirare i creduloni.
Altre fonti parlano di quasi 3mila operatori dell'occulto: dalla
vecchietta che legge le macchie d'olio nel piatto al cartomante
televisivo. Il giro d’affari sfiora i 7 milioni di euro e le 15mila
“consulenze” magiche.
Nelle pubblicazioni specializzate in oroscopi e filtri d'amore
compaiono 40 pubblicita' di call center magici con sede in Umbria.
Attenzione alla telefonata, pero', un minuto costa 2 euro e 50
centesimi, piu' uno scatto alla risposta da 15 centesimi.
A volte pero' l’inganno e' quasi autorizzato e scivolavia: la
telefonista infatti spiega cosi' velocemente le tariffe che nessuno
riesce a capire davvero prezzi e contenuti. E cosi' la bolletta parte e
spesso neanche serve protestare le mille clausole salvano i truffatori.




____________________________________________________________
ADSL 4 MB FLAT
La tua ADSL a € 19.95.
GRATIS 2 mesi di canone e l'attivazione!
Scopri come
http://abbonati.tiscali.it/adsl/prodotti/dem/tc/4flat/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl