CS: Nuove Frontiere onlus e Princess Garden per un Capodanno 2008 in difesa dei bambini

05/dic/2007 12.30.00 Nuove Frontiere Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Minori, italiani e non, donne incinte e immigrati, queste sono le fasce sociali a cui si rivolge Nuove Frontiere Onlus l’organizzazione umanitaria che nasce per fornire una risposta concreta a queste tematiche sul territorio di Roma e della sua sterminata provincia. Si tratta di “emergenze sociali che, se non affrontate, ci esploderanno tra le mani”, come spiega il presidente di Nuove Frontiere, Gabriele Felice.


L’innovatività risiede nella volontà di colmare il vuoto politico, normativo e assistenziale attraverso l’attuazione di progetti pilota, microrealizzazioni mirate, proposte di legge, petizioni popolari.


Nuove Frontiere Onlus intende porsi come punto di riferimento per queste realtà, nel rispetto dei diritti umani e sviluppando il valore dell’istruzione, elemento chiave per un futuro migliore per tutti. “La nostra organizzazione dice sì all’integrazione e al multiculturalismo, ma nel rispetto delle leggi e dei valori laici della Costituzione. Se non si affronta adesso e con la giusta determinazione questo aspetto, rischiamo di trovarci presto ad affrontare una situazione difficilmente governabile. Speriamo che non si arrivi all'emergenza, come troppo spesso accade nel nostro Paese, per realizzare iniziative concrete”, continua Felice.


Dal punto di vista del “fare” Nuove Frontiere intende attivare da una serie di progetti sul territorio di Roma e provincia, creando subito un portale di riferimento supportato da un call center, dove chi abbia bisogno possa trovare informazioni e servizi, ma anche una realtà pronta a misurarsi con le sfide più difficili per creare percorsi di assistenza e miglioramento sociale per chi più ne abbia necessità.


“Siamo convinti che si sia arrivati ad un bivio: o si prosegue sulla strada intrapresa, aspettando inerti che le contraddizioni esplodano o si affronta il problema dell’immigrazione nell’ottica di una revisione dei rapporti nord sud” spiega l'avvocato Neria Mancini, vicepresidente e responsabile dello sportello on line di consulenza legale di Nuove Frontiere Onlus.


Per far meglio conoscere i suoi progetti e cominciare a lavorare in sinergia con la società civile e i media romani, Nuove Frontiere onlus e Princess Garden insieme hanno organizzato un Capodanno che si scolgerà dalle ore 20,30, presso Villa Valentina, via Falegnana - S.Maria delle Mole (circolo del golf di Fioranello).

La serata sarà infatti l'occasione per rilanciare la petizione volta a modificare l'art.731 cod.pen. che prevede una sanzione amministrativa di appena 30 euro per i genitori che non assolvono al diritto dovere di garantire l'istruzione ai figli o di quanti ne fanno le veci.

Gli amici della stampa, i cittadini, gli associati e i simpatizzanti che volessero partecipare (prezzo di 50 euro) possono aderire all’iniziativa inviando una e-mail all’indirizzo info@nuovefrontiere.net


Durante l’evento sarà messo a disposizione della stampa materiale informativo.


Gabriele Felice e Neria Mancini sono a disposizione per approfondimenti sull’attività di Nuove Frontiere Onlus e per ulteriori informazioni inerenti la serata.

Contatti: :Gabriele Felice, 328.06.46.126, grl.felice@nuovefrontiere.net

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl