GUIDA IN STATO DI EBREZZA: PETIZIONE OMICIDI COLPOSI

11/feb/2008 20.49.00 BLINDSIGHT PROJECT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vi segnalo un'iniziativa importantissima, non solo come madre, come pedone o resp. dell'Associazione
Italiana Familiari Vittime Strada per la mia provincia, ma anche perché disabile grave in quanto vittima
della strada io stessa, un'iniziativa alla quale vi invito tutti ad aderire:

"Se la vita è davvero un diritto indisponibile, gli omicidi causati da chi guida sotto l'effetto di
sostanze alcoliche o stupefacenti non possono essere configurati quali omicidi colposi".

" Prof, ma se verrà accertato che chi ha ucciso Michele guidava in stato di ebbrezza , quale sarà la pena
comminata?"
E' questo l' inquietante interrogativo che i ragazzi della quinta A, I.T.C. di Albinia hanno posto alla
loro Prof. di diritto all' indomani della tragica morte di Michele, un meraviglioso bambino di 12 anni
nipote del bidello della scuola, investito da una autovettura mentre, con la sua bici, si recava da un suo
amichetto di scuola.
La risposta all' interrogativo ha aggiunto rabbia e incredulità al loro sgomento: " Nel nostro ordinamento
chi coscientemente si pone alla guida di un' autovettura in stato di ebbrezza o alterazione psico-fisica
per uso di sostanze stupefacenti o alcoliche non viene quasi mai accusato di aver voluto la morte della
vittima né di aver voluto il fatto da cui tale morte è derivata.La pena comminata è quindi molto più lieve
di quella applicata a chi volontariamente cagiona la morte di un altro uomo configurandosi il fatto come
omicidio colposo e non doloso.".
L' interrogativo successivo è stato più inquietante del primo: "Ma tutto ciò è compatibile con il
principio della indisponibilità della vita? In nome di tale principio nel nostro ordinamento si
configurano dolòsi l'omicidio del consenziente e l'eutanasia (morte dolce) e allora perché non dovrebbero
essere considerati dolòsi gli omicidi di chi uccide un uomo, dopo essersi volontariamente posto in stato
di incoscienza tale da non poter evitare la morte di una persona che voleva vivere?
La gravità di tale contraddizione giuridica e umana è ingiustificabile.
Da tali considerazioni è nata, quindi, l'idea di predisporre una petizione volta a far riflettere su
questo inquietante problema chi dovrebbe interpretare le esigenze della società civile e trovare soluzioni
idonee a rendere concreto il diritto alla vita.
Una petizione nata dalla disperazione, dalla rabbia ma anche dalla speranza che le cose possono cambiare
se chi di dovere avrà il coraggio e l'umiltà di ascoltare.
Non deludiamo le speranze di coloro che saranno gli adulti di domani e che saranno persone migliori di noi
se solo oggi noi sapremo capire e realizzare il loro bisogno di amore e giustizia.

Gianna Pacini



Per le adesioni, è necessario stampare, firmare la petizione e inviarla per posta ordinaria al seguente
indirizzo:

Istituto Tecnico Commerciale "G. Da Verrazzano".

Via Della Pace, snc - 58010 - Albinia (GR)

Ti invito a scaricare e firmare questa importante petizione, quindi Scarica petizione "Omicidi Colposi"
anche tu, e se possibile diffondila, grazie!

www.daverrazzano.it/petizione.asp

Laura Raffaeli
(President Blindsight Project)
www.blindsightpro.org
(Resp. AIFVS Cosenza - Praja a mare)
www.vittimestrada.org
tel.346.0.0.0.17.99 - Skype contact: BLINDSIGHT6

BLOG CANE GUIDA: http://blindsight6.blogspot.com
BLOGVIDEO: www.myspace.com/blindsightproject
MIEI ARTICOLI: http://blindsight6.spaces.live.com
DIFFONDI LOCANDINA CANE GUIDA 2008 - ascolta RADIO BLINDSIGHT e
visita "Campagne Informative" da www.blindsightpro.org
NON PARCHEGGIARE MAI SUI PASSAGGI PEDONALI!
This message,together with its annexes,contains information to be deemed strictly confidential and is
destined only to the addressee(s).If anyone received this message by mistake or reads it without
entitlement is forewarned that keeping, copying,disseminating or distributing this message to persons
other than the addressee(s)is strictly forbidden and is asked to transmit it immediately to the sender and
to erase the original message received

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl