SUULLA CIMA DI SAN LEONARDO

L'invito è quello di immergersi nella natura, di osservare ed ascoltare tutto ciò che si incontra lungo la strada, scoprendo "lo spirito del luogo" che libera la fantasia e l'immaginazione oltre gli orizzonti.

14/mag/2008 21.10.00 Stella Alpina Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

SULLA CIMA DI SAN LEONARDO

 

L'associazione di volontariato Stella Alpina onlus, domenica 25 maggio, organizza una "camminata" sulla cima di San Leonardo/ Sveti Lenart (m 399). Pranzo al sacco. Partecipazione gratuita.

La passeggiata rientra all'interno del progetto: RAGIONARE CON…..I PIEDI!!! "La Filosofia del Camminare in montagna".

L'invito è quello di camminare con calma, senza fretta, con la voglia di condividere gioie e "piccole" fatiche, senza lasciarsi prendere dalla frenesia e dall'ansia di arrivare alla meta.

L'invito è quello di non attraversare semplicemente il sentiero, di non camminare solo per arrivare, ma di andare con le proprie gambe e con la propria testa in modo che si possa "tessere" il camino e in quel andare lento  incrociare la gente e fare della strada in loro compagnia.

L'invito è quello di  immergersi nella natura, di osservare ed ascoltare tutto ciò che si incontra lungo la strada, scoprendo "lo spirito del luogo" che libera  la fantasia e l'immaginazione oltre gli orizzonti.

 

Il progetto"Ragionare con…i piedi" ha la finalità:

- di favorire la crescita personale e di far  trovare, ad ognuno di noi, il tempo di dare del tempo a noi stessi.

- d'imparare a distinguere il superfluo dal necessario…scoprendo la bellezza del silenzio, dell'ascoltare il proprio passo, il proprio respiro, i suoni della natura

- di far crescere  lo spirito di comunità e solidarietà  attraverso il camminare in gruppo e il faticare  insieme.

E la montagna è il luogo ideale per favorire una relazione non solo con l'ambiente e con se stessi, ma anche con gli altri.

 

Il ritrovo è in Piazza Oberdan a Trieste, fermata del bus n. 40, alle  ore  8:30 (cambio a Prosecco con il n. 46)   oppure alle ore 10:20  alla fermata del n. 46 lungo la strada provinciale che collega Sales/Salež  con il valico confinario di San Pelagio - Gorjansko, all'altezza del bivio per  Ternova Piccola/Trnovca .

La  "cimetta" è posta a soli 399 metri di quota, ma offre un panorama vastissimo  che abbraccia tutto il Golfo di Trieste. In primo piano:

-          da una parte, la foce dell'Isonzo e tutta la costa fino a Grado e Lignano ;

-          dall'altra l'Istria con Pirano e Punta Salvore;

-          davanti  l'altopiano carsico con i paesi di S.Croce, Aurisina, Sistiana e Duino;

-          alle spalle  i paesini di Boriano/Brje, Goriano/Gorjansko, Villa Nadrosizza/Nadrožica, ecc.

-           è possibile ammirare, nelle giornate limpide,  le Prealpi e le vette delle Alpi Giulie.

 

E' importante utilizzare un abbigliamento idoneo a proteggere il corpo dal morso delle zecche, sempre in aguato, evitando l'uso di calzoni corti e di sandali. Sarebbe opportuno munirsi di repellenti a base di DEET (del tipo  Autan o similari) reperibili anche in farmacia.

 

L'importanza del progetto è quello di far vivere delle esperienze legate all'ambiente della montagna in cui si possa sentire, pensare ed agire in armonico reintegro con la natura e il proprio corpo

D'altronde la passeggiata offre ai partecipanti un'occasione di approfondimento in un contesto di divertimento in cui è assente l'esaltazione della dimensione agonistica, non c'è competizione,

Per tutti i partecipanti sarà benefico  la  scoperta del "ritmo del gruppo" che si adatta a quello del più lento, perché la profonda verità del nostro camminare è: STARE  INSIEME.

 

Per informazioni:                 Zefferino        cell. 3495005101      

e-mail             stellaalpinaonlus@gmail.com                       

sito                 www.stellaalpinaonlus.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl