CS: solidarietà alle famiglie che adottano all'estero

CS: solidarietà alle famiglie che adottano all'estero Comunicato stampa Nuove Frontiere, l'organizzazione umanitaria di tutela dell'infanzia, intende sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica sulla difficoltà delle adozioni in Italia: emblematica è la vicenda vissuta da una famiglia italiana in Bolivia che, secondo l'agenzia di stampa ANSA, ha dovuto attendere ben 110 giorni, causa anche uno sciopero dei magistrati, prima di poter adottare il bambino.

Allegati

14/ott/2008 21.35.15 Nuove Frontiere Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

Nuove Frontiere, l’organizzazione umanitaria di tutela dell’infanzia, intende sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sulla difficoltà delle adozioni in Italia: emblematica è la vicenda vissuta da una famiglia italiana in Bolivia che, secondo l’agenzia di stampa ANSA, ha dovuto attendere ben 110 giorni, causa anche uno sciopero dei magistrati, prima di poter adottare il bambino.

Nuove Frontiere esprime la propria solidarietà e apprezzamento nei confronti della famiglia protagonista di questa “odissea” con il fermo proposito di continuare la propria campagna di lotta all’indifferenza verso il tema dell’adozione e la riaffermazione che esiste un'emergenza minori nel nostro Paese.

 

Contatti:

Mery Albertini
Ufficio stampa 

Nuove Frontiere





cel: 3299484079
email: meryalbertini@nuovefrontiere.net

Web: www.nuovefrontiere.net

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl