Ilenia Graziola: tragico scherzo del destino o vittima degli psicofarmaci?

25/nov/2008 10.00.09 CCDU Onlus Trento Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ilenia Graziola: tragico scherzo del destino o vittima degli psicofarmaci?

Se non l’aveste conosciuta sarebbe un articolo come un altro che racconta le tragiche vicende dei nostri tempi. «La ragazza, Ilenia Graziola di Rovereto, è stata uccisa da un’arma da taglio rispondente a quella del coltello col quale il ragazzo cileno, Garrasco Ortega Carlos Inacio, si è tolto la vita con un solo colpo al cuore. Il ragazzo era esperto di arti marziali. – Ci ha precisato il colonnello. – Si erano lasciati e lui era caduto in depressione.»

Dio non dovrebbe permettere che una persona come lei smetta di allietare il nostro mondo. Ma ho ricevuto un’e-mail da una persona che la conosceva in cui si parlava di “un tragico scherzo del destino”. Non penso sia stato un tragico scherzo del destino.

Quando leggo queste tragiche vicende di sangue, spesso in fondo, in piccolo si scrive che la persona era in “cura” e assumeva psicofarmaci. Oppure la notizia non trapela neppure. Purtroppo oggi gli psicofarmaci vengono prescritti come fossero caramelle. I medici stessi non sono informati dei pericolosi effetti collaterali che includono psicosi, follia, suicidio e omicidio in bella mostra sul foglietto illustrativo. Ma chi legge veramente i foglietti illustrativi?

Mio padre era un “brisarol” e quando passavamo davanti alla sua casa di Vetriolo mi parlava del “mostro del Tirolo”, una persona che molti anni fa aveva sterminato la sua famiglia. Ricordo che me ne parlava come di un grosso avvenimento. Aveva fatto scandalo proprio perché era un caso isolato. Perché oggi ci sono così tanti fatti di sangue? Che cos’è cambiato veramente? Le statistiche ci dicono che negli ultimi 10 anni l’uso degli psicofarmaci è aumentato di 5 volte tanto. Non è un indicatore? Sui bugiardini c’è scritto che alcuni degli effetti possono portare al suicidio e omicidio, più chiaro di così? Una volta la vita e le sue delusioni si affrontavano con vigore, oggi si preferisce controllare queste emozioni tramite la chimica. Ma le conseguenze sono spesso tragiche.

Quali sono le sostanze psicoattive nel corpo di Carlos? Alcuni amici riportano che non l’avevano mai visto così. Che cosa stava assumendo? Come responsabile del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani chiedo agli inquirenti di indagare su questo aspetto, spesso trascurato, perché sia fatta giustizia e non rimanga un tragico scherzo del destino.

E anche perché molte altre persone come Ilenia possano continuare a illuminare il mondo con la loro bontà.

Paolo Roat

CCDU ONLUS Sezione di Trento

www.ccdutrento.org

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl