Congresso sull’Endometriosi Profonda: una malattia che colpisce il 10% delle donne

Congresso sull'Endometriosi Profonda: una malattia che colpisce il 10% delle donne Dal 22 al 24 Aprile presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore L'Università Cattolica del Sacro Cuore, nella figura del Prof. Fiorenzo De Cicco, ha organizzato un Congresso a Roma dal 22 al 24 Aprile sul tema dell'Endometriosi che si terrà ??

03/apr/2009 14.49.56 dott. Maurizio Urso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Dal 22 al 24 Aprile presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore
L’Università Cattolica del Sacro Cuore, nella figura del Prof. Fiorenzo De Cicco, ha organizzato un Congresso a Roma dal 22 al 24 Aprile sul tema dell’Endometriosi che si terrà ??nell’Aula Magna ??????.
Questo progetto nasce con due obiettivi primari: sensibilizzare la popolazione femminile portando il messaggio che dolori mestruali ed infertilità possono essere legati all’endometriosi e riunire i massimi esperti mondiali per delineare le linee guida di trattamento medico – chirurgico della malattia.
In base ai dati acquisiti dalla relazione dell’ONU, nell’Unione Europea 14 milioni di donne soffrono di endometriosi, di cui 3 milioni solo in Italia, e 150 milioni nel Mondo. Per abbattere questi numeri è di estrema importanza costruire una campagna informativa rivolta a tutta la popolazione che spesso non conosce questa malattia e le conseguenze che ne derivano.
Per approfondire meglio la questione ne abbiamo parlato direttamente con il Prof. De Cicco ********
Professor De Cicco, quali sono i sintomi dell’endometriosi?
Diciamo che se non viene curata in maniera adeguata, il paziente può soffrire anche di dolori cronici che comportano problemi relazionali di tipo sociale e personale, le donne che soffrono di endometriosi non riescono ad avere una vita normale, ed anche la sfera affettiva è condizionata poiché questa malattia comporta forti dolori anche durante i rapporti sessuali. Inoltre l’endometriosi può portare all’infertilità del paziente con gravi ripercussioni psicologiche.
Come mai non si riesce sempre a diagnosticare in tempi brevi questa malattia?
Siamo di fronte ad un ritardo diagnostico medio di 8 anni poiché la donna che soffre di dolori pelvici spesso non si rivolge direttamente ad un ginecologo e così in molti casi passano molti anni prima che uno specialista riesca a diagnosticare la malattia.
Come si può guarire dall’endometriosi?
Prima di tutto è importante diagnosticare in tempi brevi la presenza della malattia successivamente è fondamentale mettere a punto una terapia medica e se necessario anche chirurgica di alta qualità per ridurre il dolore pelvico cronico e minimizzare al massimo il rischio di infertilità. Una terapia errata può portare la donna a subire più interventi chirurgici con poche possibilità di guarigione
Quale aspetto bisogna curare per sensibilizzare le donne?
È importantissimo che l’opinione pubblica venga a conoscenza di questa malattia, che possiamo definire malattia sociale. Durante il simposio del 22 Aprile metteremo uno di fronte all’altro medici di famiglia, operatori di consultorio, ginecologi, associazioni di pazienti con endometriosi e tutte le donne che vorranno prendere parte all’evento.
Come hanno risposto le Istituzioni al vostro progetto?
Direi in maniera più che positiva. Abbiamo il patrocinio del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ed il sostegno della Regione Lazio. Pertanto posso dire che le Istituzioni sono già sensibilizzate e crediamo in un futuro di collaborazione sia a livello regionale sia nazionale.
Il 22 Aprile a partire dalle ore 15.00 inizierà il simposio dedicato alle donne, alla classe politica, giornalistica, e alle organizzazioni mediche coinvolte, ci sarà una cerimonia d’apertura e la serata concluderà con un concerto di ** dedicato a tutte le donne.
Chiunque voglia partecipare, potrà farlo iscrivendosi attraverso il sito www.vvvcc
Il 23 e 24 Aprile saranno dedicati al gruppo di ricercatori internazionali che si relazioneranno in una tavola rotonda di 160 esperti di cui 50 provenienti da diversi paesi del Mondo.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl