26 GIUGNO 2009 ONU: GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L’ABUSO DI DROGA E IL TRAFFICO ILLECITO

L'Italia risponde alla richiesta con i volontari della Chiesa di Scientology che portano avanti la campagna "Dico NO alla Droga, Dico SI alla Vita", uniti alla Fondazione "Un mondo libero dalla droga", programmando una distribuzione di 200.000 opuscoli di prevenzione "La verità sulla droga" (con oltre 32 pagine, che fanno comprendere a pieno gli effetti delle droghe) in diverse piazze oltre a spot sui media locali.

23/giu/2009 22.54.10 Gabriele Casella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Ogni anno, le Nazioni Unite commemorano il 26 Giugno quale “Giornata Internazionale contro l’abuso e il traffico di droga” e incoraggiano le organizzazioni e i gruppi che sono contro la droga a svolgere manifestazioni in tutto il mondo per evidenziare l’importanza della giornata con attività che innalzano la consapevolezza sul grosso problema che la droga rappresenta  nella società.

 

L’Italia risponde alla richiesta con i volontari della Chiesa di Scientology che portano avanti la campagna “Dico NO alla Droga,  Dico SI alla Vita”, uniti alla Fondazione “Un mondo libero dalla droga”, programmando una distribuzione di  200.000 opuscoli di prevenzione “La verità sulla droga” (con oltre 32 pagine, che fanno comprendere a pieno gli effetti delle droghe) in diverse piazze oltre a spot sui media locali.

 

L’educazione alla droga è vitale per ognuno ed è chiave per raggiungere e lo scopo dell’ONU di “una società internazionale libera dall’abuso di droga”. Con questo, si invitano commercianti e organizzazioni a richiedere il materiale della campagna al fine di migliorare l’attuale condizione. I volontari vengono spinti dal fatto che innumerevoli ragazzi leggendo l’opuscolo abbiano trovato delle “verità”, tramite le quali hanno compreso il rischio legato a queste sostanze, rimanendone lontani.

 

“Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono tutto sommato l’unica ragione di vita” L. Ron Hubbard; questa l’onda del messaggio che portato avanti da oltre vent’anni dai volontari, il senso del quale si spera che diventi il riferimento per i nostri giovani.

Vivere senza droga si può, aiutare gli altri a sapere che le droghe fanno male è un dovere morale di tutti: “Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga”, slogan delle Nazioni Unite.

 

Per info e materiale: Gabriele 3276199439

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl