Comunicato del Sindacato nazionale antiusura

11/nov/2004 15.09.16 Eli.Ca. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
IL CONSIGLIO DEI MINISTRI DA IL VIA LIBERA AL CODICE DI TUTELA DEL CONSUMO.

ROMA - Via libera del consiglio dei ministri al Codice unico a tutela degli utenti e dei consumatori. Lo ha reso noto il ministero delle Attività produttive. Il Ministro ha sottolineato così l´importanza del provvedimento: "Si tratta di un testo - ha spiegato Marzano - che semplifica e coordina tutta la normativa in materia di tutela dei consumatori allineando così l'Italia alle normative europee. Si è dovuto affrontare e risolvere i problemi derivanti dalla stratificazione di regole e norme sia nazionali che comunitarie, semplificando e definendo tutte le figure della filiera commerciale dal produttore al consumatore. Il codice regola, tra l'altro, la corretta informazione all'utente e il suo diritto di recesso, la trasparenza del mercato, la correttezza della negoziazione, individuando e distinguendo le figure dell'intera filiera commerciale, l'accesso alla giustizia per il consumatore, la certificazione e gli standard di qualità, si è rafforzata infine la tutela sulle televendite. Lo scopo dichiarato del codice è quello di assegnare piena sovranità al consumatore, come protagonista di una efficace economia di mercato".
"L'approvazione da parte del Consiglio dei ministri del Codice del Consumo rappresenta un passo importante per la tutela dei consumatori". Ad affermarlo il presidente del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, Daniela Primicerio, sottolineando che "fino ad ora le normative per la tutela dei consumatori si presentavano in modo frammentario e spesso non facile da conoscere tanto da costituire un ostacolo per il corretto funzionamento del mercato e per la vita quotidiana dei cittadini. Il Codice - conclude in una nota - rappresenta una risposta significativa da parte del ministro delle Attività Produttive, Antonio Marzano, all'esigenza prioritaria di garantire un quadro armonizzato, chiaro e comune, secondo modelli già utilizzati in altri paesi europei".
Il professor Francesco Petrino, docente di diritto bancario e presidente del Sindacato nazionale antiusura, dichiara "Sono felice che si sia arrivati ad un Codice unico a tutela dei consumatori e degli utenti. Spero soltanto che tutto questo non rimanga solamente un atto teorico ma sia l´inizio di una vera e propria politica di difesa dei cittadini, così come avviene in molti paesi europei. I movimenti e le associazioni di tutela spesso in Italia tendono ad essere vere e proprie estenzioni politiche dei partiti di opposizione e credo che questo nuovo Codice, giustamente voluto dal ministro delle Attività Produttive Antonio Marzano, ponga fine a questa vera e propria anomalia. Il Sindacato nazionale antiusura del resto - continua il presidente Petrino - si è sempre distinto per la propria autonomia ed equidistanza da ogni fazione partitica, sia essa di maggioranza che di minoranza, concependo l´attività di tutela del consumatore, come un lavoro che non deve guardare a meri interessi di bottega, anche a costo di pesanti sacrifici e correndo il rischio di non godere di prosceni importanti offerti da stampa televisioni pro o contro il governo Berlusconi". Spesso infatti, molte speranze di giustizia legittimamente coltivate dai consumatori, si infrangono nella burocrazia venendo disattese e peggio, dando la netta sensazione al povero cittadino italiano di essere impotente dinanzi ad ogni soppruso. Su questo argomento il presidente dello Snarp da un interessante suggerimento "Auspico che all´attuazione del Codice di tutela provveda direttamente la magistratura ordinaria, senza attendere che siano gli utenti ad invocarlo. In questo modo - conclude il professor Petrino - prevarrà lo spirito della legge e non gli interessi di quanti continuano ad applicare proprie norme a scapito dell´evoluzione codicistica". (eli.ca.)



____________________________________________________________
Libero ADSL: navighi gratis a 1.2 Mega, senza canone e costi di attivazione.
Abbonati subito su http://www.libero.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl