Stop alle false malattie mentali per marketing

Stop alle false malattie mentali per marketing Grandi e piccoli nel mirino del grande giro d'affari L'attività d'informazione a diretto contatto con la gente continua da parte dei volontari del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, che sabato alle 15.30 saranno a Milano in Piazza Cadorna per portare avanti la battaglia che da oltre 10 anni combatte contro le "pericolose etichette" affibbiate ai grandi ed ai più piccoli allo scopo di ingrassare il mercato degli psicofarmaci.

06/nov/2009 15.04.09 CCDU onlus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Grandi e piccoli nel mirino del grande giro d’affari


L'attività d’informazione a diretto contatto con la gente continua da parte dei volontari del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, che sabato alle 15.30 saranno a Milano in Piazza Cadorna per portare avanti la battaglia che da oltre 10 anni combatte contro le “pericolose etichette” affibbiate ai grandi ed ai più piccoli allo scopo di ingrassare il mercato degli psicofarmaci.


Opuscoli informativi e riviste sul soggetto del famigerato disturbo da Deficit dell'Attenzione e Iperattività, per il cui trattamento sono consigliati psicofarmaci dai pericolosi effetti collaterali come gravi danni epatici, problemi cardiaci, rischio di morte cardiaca improvvisa nei bambini, e i “disturbi dell'apprendimento” sono diventati l'anticamera di trattamenti psicologici e psichiatrici per i bambini che hanno difficoltà scolastiche. Il tutto per alimentare un mercato internazionale dai tentacoli infiniti.


Per esporre il grande affare di 80 miliardi di dollari del mercato degli psicofarmaci, generato dall’associazione tra psichiatria e industria farmaceutica, è stato anche prodotto un video documentario denominato “Marketing della pazzia”.


Nel video sono trattati aspetti quali: smerciare sindromi al sano stressato, che include l’atto di convincere persone sane che sono malate o persone leggermente malate che sono molto malate; psicofarmaci diventati strumento preferito della moderna psichiatria i cui risultati negativi dei test sono nascosti e per accentuare quelli positivi, a danno della salute della gente; la vendita facile con le industrie farmaceutiche che oggi spendono 22 miliardi di dollari l’anno per convincere all’aumento delle loro prescrizioni; progetti di screening psichiatrici a bambini e giovani, attraverso l’attuazione di test nelle scuole per rilevare situazioni di vita comune come tristezza, nervosismo o occasionale malinconia definendoli “problemi mentali”, effetti collaterali degli psicofarmaci taciuti ai pazienti.


Per informazioni

Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus

Tel.: 02 36510685

Email: info@ccdu.org
Sito
www.ccdu.org


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl